scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
20/04/2021

Formazione, digitale, consorzi: «Artigiani, guardiamo avanti»

Corriere dell'Alto Adige

Economia
Assemblea di Apa, il presidente Haller: «L'edilizia colpita dal rialzo dei prezzi»
L'artigianato altoatesino intende voltare pagina e guardare avanti. «Nonostante le significative perdite economiche registrate, le incalcolabili conseguenze di questa crisi hanno portato ad una serie di cambiamenti mai registrati finora, che hanno reso più efficienti e digitalizzati i processi lavorativi», questo il messaggio che ha voluto lanciare il presidente di Apa, Martin Haller, nel corso dell'assemblea provinciale degli artigiani, riunitisi ieri sera in videoconferenza. Guardare avanti non significa però ignorare le nuvole all'orizzonte: «Per il settore dell'edilizia il rialzo dei prezzi rischia di diventare un grande problema: la Provincia deve supportarci negli appalti pubblici», ha spiegato a margine. All'appuntamento annuale di Apa, associazione che conta oltre 8mila aziende altoatesine nel settore dell'artigianato e dei servizi, hanno partecipato anche il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher e l'assessore all'economia Philipp Achammer, oltre che il presidente nazionale di Confartigianato Marco Granelli. Il quale ha cercato di disegnare una via d'uscita dalla crisi. «Competenza, aggiornamento costante e digitalizzazione giocheranno un ruolo determinante in futuro - ha affermato Granelli -. I punti di forza delle realtà di piccole dimensioni emergeranno sul mercato grazie al loro spirito innovativo ed alla costante ricerca della qualità, nonché per merito di uno spiccato pensiero in rete e di una grande consapevolezza nelle proprie responsabilità. Innovazione significa infatti anche fare rete, cioè metterci insieme e creare dei consorzi di imprese. Oggi è necessaria la coesione». In questo solco si è inserito anche l'intervento del presidente di Apa, che ha messo in luce le note positive portate dalla pandemia. «Senza l'avvento del Covid-19, la digitalizzazione non avrebbe mai compiuto un passo così significativo in un arco di tempo tanto limitato - ha osservato Haller -. Molte aziende hanno utilizzato questo periodo per rendere più efficienti e digitalizzati i processi lavorativi, per offrire nuove piattaforme di vendita e per mettere a disposizione dei canali di marketing innovativi». Restano tuttavia settori ancora profondamente segnati dalle restrizioni dell'emergenza sanitaria. «Serve più sostegno per quella parte di artigianato che soffre in questo momento, in particolare il settore dei trasporti e tutte quelle aziende che organizzano e gestiscono eventi», ha ribadito a margine dell'assemblea Martin Haller. Per quanto riguarda il settore dell'edilizia, tra i primi a rialzarsi dalla crisi, «le attività stanno andando abbastanza bene ma ci sono delle nuvole in arrivo». La prima, la più scura, consiste nell'aumento dei prezzi delle materie prime. «Registriamo un rialzo del 50% per il legno e del 15-25% per il metallo - spiega il presidente -. Sui progetti a lungo termine, soprattutto con gli appalti pubblici, i rincari rappresentano un grande problema. Per questo motivo stiamo chiedendo alla Provincia di sostenerci nella rimodulazione dell'offerta iniziale». A chiudere l'assemblea sono stati proprio i due rappresentanti provinciali. Il presidente Arno Kompatscher è rimasto colpito dallo spirito di Apa ed è partito da qui. «Ho trovato molto bella e rinfrescante l'esortazione a guardare al futuro - ha detto il landeshauptmann -. Ma ora vorrei tornare brevemente al passato. La pandemia ha indicato infatti le nostre debolezze. Come il fatto che dipendiamo da altri continenti per quanto riguarda determinati prodotti. Allo stesso tempo le aziende artigiane sono state un esempio perché sono riuscite a gestire insieme la situazione e questo è lo spirito che dobbiamo avere per guardare al futuro». Lo stesso concetto è stato ripreso dall'assessore Philipp Achammer, che ha aggiunto: «Non tutti i settori sono stati interessati nello stesso modo e per quelli più in difficoltà da lunedì arriveranno i contributi». Si è soffermato infine sul tema della formazione: «Oggi (ieri, ndr ) mi sono guardato i numeri dell'apprendistato e nel settore edilizio ho visto che sono aumentati. Ecco, faremo tutto il possibile perché l'apprendistato sia sostenuto anche quest'anno. Dovete essere orgogliosi di voi stessi». Tommaso Di Giannantonio © RIPRODUZIONE RISERVATA

La vicenda

● Ieri sera c'è stata l'assemblea degli artigiani altoatesini ● Il presidente di Apa Martin Haller ha spronato le imprese a guardare avanti ● Intervenuto anche il presidente nazionale di Confartigianato Granelli, che ha insistito molto su formazione e digitalizzazione ● L'assessore Achammer ha detto che non mancherà il sostegno per i corsi di apprendistato