scarica l'app
MENU
Chiudi
10/09/2020

FONTANAFREDDA La giunta comunale approva il proget…

Il Gazzettino

FONTANAFREDDA
La giunta comunale approva il progetto definitivo del primo lotto dei lavori previsti alla primaria Marconi di Fontanafredda e da così il via alla procedura per la gara d'appalto. Si tratta del lotto relativo alla realizzazione della nuova direzione didattica dell'Istituto comprensivo Rita Levi-Montalcini di Fontanafredda. Questo primo lotto ha un costo di 635mila euro e prevede costi di costruzione e direzione dei lavori per 351 mila euro circa che saranno poi anche la somma della gara d'appalto per l'aggiudicazione dei lavori. A disposizione 284 mila euro di cui 161 mila per spese tecniche.
DIREZIONE DIDATTICA
La nuova direzione didattica prevede cinque uffici per presidenza e segreteria, una sala riunioni, servizi, un lungo corridoio e un ufficio con gli sportelli per il pubblico, genitori o studenti. Il tutto occuperà una superficie di circa 180 metri quadrati. È' completamente staccata dal resto del plesso esistente e anche dalla nuova mensa. L'opera verrà finanziata con i fondi provenienti dall'accordo Uti per 630 mila euro e la parte rimanente con fondi propri. Il progetto porta la firma dell'architetto Luciano Campolin. «L'opera - ricorda il sindaco Michele Pegolo - ha la priorità perché è propedeutica alla liberazione del primo piano del centro polifunzionale Risorgiva dove oggi è ospitata la direzione didattica al fin di garantire in futuro sedi adeguate per la scuola di musica del Verdi e di altre associazioni. Stimiamo che questi lavori possano iniziare verosimilmente a entro la fine del 2020 o al massimo all'inizio del 2021».
L'AMPLIAMENTO
Per completare la liberazione di Risorgiva si dovrà comunque terminare anche l'ampliamento della scuola dell'infanzia Rodari dove trasferire le classi dei grandi che ora sono ospiti del piano terra di Risorgiva. Il tutto subordinato naturalmente alla gara d'appalto. L'avvio dei lavori verrà già previsto con la delimitazione e il divieto di accesso a determinate aree del giardino esterno della Marconi. Possibile il via entro l'anno anche al terzo dei tre lotti in cui sono stati divisi i lavori alla Marconi.
TERZO LOTTO
Il terzo lotto di 585 mila euro è relativo alla sistemazione esterna del plesso, inclusa soprattutto l'acquisizione del vicino parco da una procedura fallimentare. Il costo dell'acquisizione è prevista in 210 mila euro, il valore dei lavori a base d'asta di circa 260 mila. Questo terzo lotto verrà finanziato grazie alla possibilità di utilizzare i fondi che erano destinati all'area dell'ex centrale termica che al momento verrà solo messa in sicurezza.
SECONDO LOTTO
Il secondo lotto prevede invece la realizzazione della mensa che sarà collegata al plesso esistente. Tra i tre lotti è quello più importante sotto il profilo costruttivo e di spesa. Il costo previsto è di 1 milione 165 mila euro, di cui 812 mila di opere a base d'asta. Necessariamente - chiude Pegolo - per a uesto lotto dovremo aspettare la conclusione del primo altrimenti bloccheremmo completamente buona parte dell'area esterna della Marconi.
Riccardo Saccon
© RIPRODUZIONE RISERVATA