MENU
Chiudi
05/10/2018

Fondi per i gemellaggi nell’Ue

ItaliaOggi - MASSIMILIANO FINALI

Fissate le scadenze per accedere al programma comunitario «Europa per i cittadini»
A disposizione degli enti 185 mln per il 2014-2020
Sono state fi ssate le scadenze per accedere ai fondi del programma comunitario «Europa per i cittadini» 2014-2020 valide per i prossimi due anni. L'anticipazione arriva dall'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura che, in attesa dell'uscita dei bandi uffi ciali, ha comunicato ai potenziali benefi ciari le scadenze valide sia per il 2019 che per il 2020, dando modo di anticiparsi rispetto all'uffi cialità del bando. Il programma consentirà agli enti locali di fi nanziare i gemellaggi e l'implementazione di reti tra città, oltre che di attuare progetti a favore della società civile e sostenere la memoria europea. Questo programma comunitario ha una dotazione complessiva, valida nel periodo 2014-2020, di oltre 185 milioni di euro. Le domande di accesso al programma potranno essere presentate telematicamente attraverso il nuovo portale dei partecipanti che, a seguito di un recente rinnovamento, ha cambiato la propria denominazione in «Funding & tender opportunities portal». Il bando consentirà di richiedere contributi a fondo perduto di importo variabile a seconda della tipologia progettuale. Sostegno ai gemellaggi e alle reti tra città. Gli enti locali possono ottenere contributi a sostegno dei gemellaggi con altre città dell'Unione europea. I contributi intendono favorire l'attuazione di progetti fi nalizzati a mettere in contatto una pluralità di cittadini di comuni gemellati, mettendoli a confronto sulle tematiche specifi che del programma. I progetti dovranno attivare i cittadini a livello locale ed europeo, facilitando il dibattito su questioni concrete previste dall'agenda politica europea. Sempre nell'ambito della collaborazione tra città, il bando fi nanzierà anche lo sviluppo di reti tra città gemellate, sostenendo progetti di cooperazione strutturata e scambio di buone pratiche tra le città. Contributi per conservare la memoria. Stimolare la rifl essione sulla diversità culturale e sui valori comuni europei in senso generale è l'obiettivo di questo particolare ambito del bando. Gli enti locali potranno ottenere un sostegno a progetti che portino a rifl ettere sulle cause dei regimi totalitari nella storia moderna dell'Europa, commemorando peraltro le vittime dei crimini generati dai regimi totalitari. In generale, comunque, saranno fi nanziabili anche progetti di altra tipologia riguardanti altri momenti importanti e punti cruciali nella recente storia europea. Le priorità per il 2019 saranno il quarantennale della prima elezione diretta europea, la caduta del muro di Berlino e il quindicennale dell'allargamento a est dell'Unione. © Riproduzione riservata

Le scadenze 2019-2020 e i periodi di avvio dei progetti

Asse 1 - Memoria europea Asse 2 - Gemellaggi di città Asse 2- Reti di città Asse 2 - Progetti della società civile Scadenze 1° febbraio 2019 1° febbraio 2020 1° febbraio 2019 1° settembre 2019 1° febbraio 2020 1° settembre 2020 1° marzo 2019 1° settembre 2019 1° marzo 2020 1° settembre 2020 1° settembre 2019 1° settembre 2020 Periodo di avvio dei progetti Dal 1° settembre 2019 al 29 febbraio 2020 Dal 1° settembre 2020 al 28 febbraio 2021 Dal 1° luglio 2019 al 31 marzo 2020 Dal 1° febbraio 2020 al 31 ottobre 2020 Dal 1° luglio 2020 al 31 marzo 2021 Dal 1° febbraio 2021 al 31 ottobre 2021 Dal 1° settembre 2019 al 29 febbraio 2020 Dal 1° marzo 2020 al 31 agosto 2020 Dal 1° settembre 2020 al 28 febbraio 2021 Dal 1° marzo 2021 al 31 agosto 2021 Dal 1° marzo 2020 al 31 agosto 2020 Dal 1° marzo 2021 al 31 agosto 2021

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore