scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/05/2021

Fondi per i diritti in Europa

ItaliaOggi - MASSIMILIANO FINALI

La Commissione Ue ha lanciato quattro bandi destinati anche agli enti pubblici
Stanziati 34 mln per combattere razzismo e xenofobia
Combattere il razzismo e la xenofobia, prevenire la violenza di genere, proteggere i bambini e sostenere il ricordo della storia europea sono i pilastri su cui si fondano i quattro bandi lanciati dalla Commissione Europea nell'ambito del programma europeo «Cittadini, uguaglianza, diritti e valori 2021-2027» (Cerv). I quattro bandi mettono in gioco risorse complessive per oltre 34 milioni di euro a cui possono accedere anche gli enti locali e i soggetti pubblici in genere. L'obiettivo generale del programma è proteggere e promuovere i diritti e i valori sanciti nei trattati europei e nella carta europea dei diritti fondamentali, al fi ne di favorire la formazione di società aperte, democratiche e inclusive. I bandi, consultabili sul portale europeo dei fi nanziamenti e delle gare, hanno scadenze distribuite sui mesi di giugno e settembre 2021. I fondi consentono di coprire i costi fi no al 90%. Combattere razzismo e discriminazioni L'invito a presentare proposte per promuovere l'uguaglianza e combattere il razzismo, la xenofobia e la discriminazione ha una dotazione fi nanziaria di 9,9 milioni di euro. Il bando intende sostenere progetti volti a prevenire e combattere l'intolleranza, il razzismo, la xenofobia e la discriminazione, in particolare per motivi di origine razziale, etnica, religiosa, di orientamento sessuale e identità di genere. In particolare, viene data priorità alla lotta contro l'intolleranza, il razzismo, la xenofobia, la discriminazione, l'incitamento all'odio e i crimini ispirati dall'odio, così come alla promozione inclusiva della diversità sul posto di lavoro. I progetti potranno mirare a combattere la discriminazione contro le persone «Lgbtiq», nonché a prevenire, segnalare e contrastare l'incitamento all'odio online. La scadenza per accedere al bando è fi ssata al 15 giugno 2021. Contrasto alla violenza di genere e sui bambini Questo invito a presentare proposte, dotato di 17,7 milioni di euro di risorse, intende prevenire e combattere la violenza di genere e la violenza contro i bambini. I progetti dovranno concentrarsi sulla prevenzione, protezione e sostegno a donne, bambini, giovani e soggetti «Lgbtiq» che siano vittime o potenziali vittime di violenza, con particolare attenzione alle situazioni che emergono a causa dalla pandemia da Covid-19. I progetti potranno anche mirare a prevenire la violenza di genere affrontando il tema dal punto di vista maschile e puntando quindi al coinvolgimento di uomini e ragazzi. Anche per questo bando la scadenza di presentazione delle proposte è il 15 giugno 2021. Promozione dei diritti dei bambini Ammonta a oltre 2,1 milioni di euro lo stanziamento di risorse a favore dell'invito a presentare proposte per proteggere e promuovere i diritti del bambino. Il bando mira a fornire una risposta all'impatto che la pandemia Covid-19 ha avuto sui bambini, promuovendo in particolare modalità per far sì che le risposte alle situazioni di emergenza tengano contro dei diritti dei bambini. Grazie al bando, inoltre, i progetti potranno contribuire all'attuazione delle azioni proposte a livello europeo attraverso la strategia sui diritti del bambino. La scadenza di questo bando è prevista per il 7 settembre 2021. Memoria europea Il bando sulla memoria europea stanzia oltre 4,5 milioni di euro. L'obiettivo di questo invito a presentare proposte è fornire sostegno a progetti per la commemorazione di eventi importanti nella storia europea moderna, compresi gli eventi legati alle conseguenze dei regimi autoritari e totalitari e la sensibilizzazione dei cittadini europei sulla loro storia, cultura, patrimonio culturale e valori comuni. I progetti dovranno così contribuire a migliorare la comprensione dell'Unione Europea, delle sue origini, finalità, diversità e risultati. La scadenza per la presentazione di proposte a valere su questo bando è fissata al 22 giugno 2021. Per questo bando il contributo è concesso sulla base di parametri quali i partecipanti agli eventi e i paesi coinvolti. © Riproduzione riservata