scarica l'app
MENU
Chiudi
15/02/2020

Fondi europei per la giustizia

ItaliaOggi - MASSIMILIANO FINALI

Gli enti locali potranno partecipare ai bandi. Contributi fi no al 90% della spesa
Stanziati 17,6 mln per cooperazione e tutela delle vittime
Rafforzare i diritti delle vittime di reato e delle persone sospettate, sostenere la cooperazione giudiziaria e la digitalizzazione della giustizia, nonché incrementare la formazione nel campo del diritto sono gli obiettivi di quattro bandi lanciati dalla Commissione europea in tema di giustizia. I bandi, emanati nell'ambito del programma europeo «Giustizia 2014-2020», stanziano fondi per oltre 17 milioni di euro. Anche gli enti locali potranno partecipare ai bandi presentando domanda entro le varie scadenze ricadenti tutte nel mese di aprile 2020. Il programma «Giustizia». Il programma europeo «Giustizia 2014-2020» intende contribuire allo sviluppo di uno spazio europeo di giustizia attraverso la promozione della cooperazione giudiziaria in materia civile e penale. Il programma mira al conseguimento di obiettivi specifi ci, realizzati con il sostegno e l'agevolazione della cooperazione, della formazione, della semplificazione dell'accesso alla giustizia da parte di tutti i cittadini e della promozione dei diritti delle vittime della criminalità, nel rispetto del diritto alla difesa. I paesi ammissibili al programma sono tutti gli stati membri dell'Unione europea, compresi i loro dipartimenti d'oltremare, ad eccezione della Danimarca e del Regno Unito, con l'inclusione di Albania e Montenegro. Possono presentare domanda gli enti pubblici o le organizzazioni private, debitamente stabilite in uno dei paesi partecipanti al programma, o le organizzazioni internazionali, nella forma di partenariato composto da almeno due organizzazioni attivamente coinvolte nella realizzazione della proposta, appartenenti ad almeno due diversi paesi ammissibili. Le organizzazioni profit possono presentare domande solo in collaborazione con enti pubblici o organizzazioni private senza scopo di lucro. Contributo fino al 90% della spesa ammissibile. Il contributo richiesto può arrivare a coprire un massimo del 90% dei costi ammessi e, ai fi ni dell'ammissibilità, non potrà risultare inferiore a 75 mila euro. Quattro bandi per il 2020. Per l'annualità 2020, ad oggi sono stati pubblicati quattro bandi. Il primo riguarda le sovvenzioni per azioni a sostegno di progetti transnazionali intesi a rafforzare i diritti delle persone sospettate o accusate di reato e i diritti delle vittime di reato. Il secondo bando è dedicato al sostegno a progetti in materia di e-Justice e vuole conseguire gli obiettivi della politica comunitaria in materia di giustizia elettronica; l'azione mira al raggiungimento di un elevato livello di interconnessione dei registri nazionali di insolvenza, e di integrazione di modelli standard elettronici multilingue nei sistemi nazionali di e-government, oltre che a sviluppare iniziative pilota per quanto riguarda l'uso della tecnologia dell'intelligenza artifi ciale nel settore della giustizia. Il terzo bando prevede un sostegno a progetti sulla formazione giuridica in materia di diritto civile, diritto penale o diritti fondamentali e fi nanzia proposte relative alla creazione di attività di formazione. Il quarto bando prevede sovvenzioni mirate a promuovere la cooperazione giudiziaria. © Riproduzione riservata

Fondi e scadenze

BANDO

SCADENZA

FONDI IN €

3.000.000 1/4/2020 ore 17.00

Sovvenzioni per azioni a sostegno di progetti transnazionali intesi a rafforzare i diritti delle persone sospettate o accusate di reato e i diritti delle vittime di reato

2.800.000 23/4/2020 ore 17.00

Sostegno a progetti in materia di e-Justice

6.500.000 23/4/2020 ore 17.00

Sostegno alla cooperazione giudiziaria in ambito civile e penale

5.350.000 29/4/2020 ore 17.00

Sostegno a progetti sulla formazione giuridica in materia di diritto civile, diritto penale o diritti fondamentali