scarica l'app
MENU
Chiudi
31/05/2019

Fondi europei all’area adriatica

ItaliaOggi - Gianfranco Di Rago

Resterà aperto sino a fi ne luglio il terzo bando di accesso al programma Interreg Adrion
Stanziati 6,8 milioni per progetti di cooperazione
Rimarrà aperto fi no alla fi ne del mese di luglio 2019 il terzo bando di accesso ai fondi del programma di cooperazione Interreg Adrion 2014-2020. Il bando stanzia fondi pubblici per oltre 6,8 milioni di euro che cofi nanzieranno progetti per la sostenibilità nell'area adriatica. Sono dodici le regioni italiane, oltre alle due province autonome, interessate dal bando. Gli enti locali ubicati in tali zone potranno partecipare a progetti di cooperazione per lo sviluppo dell'area adriatica e richiedere un contributo comunitario a fondo perduto fi no all'85% delle spese ammissibili; i progetti potranno avere una durata fi no a 30 mesi. Il terzo bando del programma Interreg Adrion, che disciplina le condizioni per la presentazione delle proposte di progetto, la valutazione delle proposte e la modulistica per l'invio telematico delle domande,è disponibile sul sito internet uffi ciale del programma www. interregadrion.eu, attraverso cui sarà possibile presentare le proposte elettroniche. In Italia è previsto un info-day nazionale che si terrà a Trieste il 6 giugno 2019; la giornata sarà dedicata ad un confronto tra i vari programmi di cooperazione territoriale che interessano le aree del programma, ad un approfondimento dei temi dell'innovazione sociale e dei trasporti in area urbana e ad un focus sul bando. Partenariato minimo da sei soggetti I requisiti minimi di composizione del partenariato prevedono il coinvolgimento di almeno sei partner, di cui almeno quattro provenienti da quattro differenti paesi comunitari e almeno due provenienti da due paesi non comunitari aderenti al programma. Il programma interessa quattro stati membri comunitari e quattro stati non appartenenti all'Unione europea. In particolare, per l'Italia sono ammissibili le regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Molise, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento, Puglia, Sicilia, Umbria e Veneto. Per gli stati ue sono ammesse anche alcune aree della Croazia, della Grecia e della Slovenia. Per quanto riguarda gli stati non comunitari, rientrano Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro e Serbia. Progetti per l'innovazione Il bando finanzia progetti finalizzati a migliorare le capacità degli attori pubblici in materia di politiche, strategie e azioni innovative al fine di promuovere e sostenere la crescita blu attraverso la strategia di specializzazione intelligente. I progetti dovranno consentire agli attori pubblici di esplorare se e in quale misura le priorità della strategia di specializzazione intelligente attualmente in corso di attuazione o previste in contesti nazionali e regionali si differenziano o si completano a vicenda per costruire una nuova strategia a livello transnazionale o macroregionale. I progetti potranno anche contribuire alla creazione di un ecosistema favorevole con lo scopo di affrontare i bisogni e le sfi de emergenti nel campo dell'inclusione sociale, della lotta alla povertà, dell'integrazione dei migranti nella società e nel mercato del lavoro, dei cambiamenti demografi ci e dell'invecchiamento della popolazione. La scadenza per accedere a questo asse del bando è fi ssata al 29 luglio 2019. Progetti per i trasporti In questo ambito, i progetti dovranno favorire l'efficienza delle infrastrutture di trasporto del mar Adriatico, in particolare per quanto riguarda il sistema di segnalazione delle navi obbligatorie in vigore, nonché nell'armonizzazione dello scambio di dati. Inoltre, approfi ttando dell'opportunità offerta dall'elettromobilità e dalla rivoluzione della mobilità condivisa, il bando intende contribuire alla creazione e alla sperimentazione di strumenti di pianificazione innovativi integrati per una soluzione di mobilità urbana sostenibile nella regione del programma, considerando peraltro le previsioni future della domanda di trasporto pubblico urbano. La scadenza per accedere a questo asse del bando è fi ssata al 31 luglio 2019.