scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
25/09/2021

Fondi a piccole imprese Specchio riparte da Bari

La Repubblica - Gennaro Totorizzo

La fondazione
● a pagina 11 Un sostegno per aiutare le piccole imprese in ginocchio a causa della pandemia. «Vogliamo essere utili, dare un segnale e uno stimolo», raccontano dalla fondazione Specchio d'Italia che continua a proporre a Bari i suoi progetti solidali. La realtà nata dall'esperienza della fondazione La Stampa - Specchio dei tempi e promossa dal gruppo Gedi ora mette a disposizione 100 mila euro per aiutare le piccole e piccolissime attività del capoluogo pugliese, dal quale parte l'iniziativa nazionale che coinvolge pure Trieste, Palermo, Crotone e Genova.
Attraverso un bando appena lanciato, saranno offerti a 50 realtà locali altrettanti contributi a fondo perduto di duemila euro ciascuno.
La fondazione, attraverso la "sorella" Specchio dei tempi, ha realizzato già sei bandi a Torino, Cuneo, Sassari e Venezia donando circa 2,5 milioni di euro a 760 piccoli imprenditori. «In questo nuovo progetto nazionale partiamo da Bari perché le nostre iniziative portate avanti nei quartieri Japigia e Libertà nell'ultimo anno, a favore di centinaia di bambini e di decine di anziani, ci hanno fatto comprendere la necessità di interventi anche a sostegno della piccola e piccolissima economia che ha sofferto grandemente lo stallo conseguente alla pandemia - ha commentato il presidente di Specchio d'Italia Lodovico Passerin d'Entreves - Queste iniziative vengono proposte in stretta sinergia con il gruppo editoriale Gedi». La platea dei beneficiari potrebbe anche allargarsi: «Se enti, banche o aziende del territorio volessero sostenere questi bandi, potranno unirsi a noi così da aumentare il numero», aggiunge il presidente. Possono partecipare al bando società e ditte individuali presentando la domanda entro il 5 ottobre (info bando.specchioditalia.org). «Artigiani, commercianti e imprenditori: tutti possono candidarsi, se nel 2020 hanno avuto ricavi inferiori ai 40 mila euro», spiegano dalla fondazione.
Per partecipare basta leggere gli altri requisiti del bando, compilare il modulo online presente sulla pagina e allegare i documenti richiesti.
Poi, entro pochi giorni dalla data di scadenza, la giuria esaminerà le domande pervenute e sceglierà i vincitori. «Siamo attenti alla descrizione che un'impresa fa di sé per chiedere il contributo - fa notare il vicepresidente operativo Angelo Conti, arrivato a Bari - E anche al fatto che questa generi lavoro per altri, per esempio». L'erogazione delle somme avverrà nel corso delle due settimane successive. La fondazione inoltre, a Bari, porterà avanti i progetti già messi in campo: «Con Tou.Play abbiamo aumentato il numero di bambini seguiti - continua Marta Versaci, responsabile Progetto Italia - Erano 20 quando avevamo iniziato e ora per l'attività di doposcuola già partita sono 80: abbiamo aggiunto bambini dai 3 ai 5 anni». Sarà organizzato anche un laboratorio di robotica che partirà ai primi d'ottobre. Con l'associazione Eden è stato da poco avviato pure uno sportello dedicato agli anziani. Saranno riproposte poi le "Tredicesime dell'amicizia" (che aiutano economicamente gli anziani soli più fragili nel periodo natalizio) e il progetto "Forza nonni", che offre pure un servizio d'assistenza. A breve sarà presentato "Discovery Italia", progetto con un gioco di ruolo interattivo che punta ad aiutare gli alunni delle scuole primarie a scoprire le città italiane, le loro tradizioni e i luoghi caratteristici.

Foto: kLa crisi C'è un bando per le imprese


Foto: kGli interventi Il vicepresidente operativo Angelo Conti a Bari: Specchio punta ancora sul capoluogo pugliese kSostegno a fondo perduto I contributi di Specchio sono asegnati con un bando pubblico