MENU
Chiudi
27/09/2018

Fondazione Crl, cinque milioni per rifare le scuole dei Comuni

Il Tirreno - LUCCA ; LUCA CINOTTI

Apre a ottobre un nuovo bando per gli enti locali Altri 3,8 milioni alla Provincia: serviranno anche per l'Itc
LUCCACinque anni dopo, la Fondazione Cassa di Risparmio ha deciso di riaprire la propria cassaforte per i lavori sulle scuole. Nell'ultima seduta del Consiglio di amministrazione dell'ente guidato da Marcello Bertocchini è arrivato il via libera per stanziare cinque milioni di euro destinati ai Comuni della provincia di Lucca. Altri tre milioni e mezzo, invece, sono andati direttamente alla Provincia per una serie di interventi.Nel 2013 - come ricordiamo anche sotto - un bando simile (aperto anche alla Provincia) ebbe una partecipazione enorme. Ed è più che probabile che anche stavolta si assista a uno scenario del genere.Perché - come spiega la Fondazione - «il nuovo bando nasce proprio per rispondere alle istanze del territorio, che lamenta ancora urgenti e significative necessità in questo ambito, come confermato si dal numero e dall'entità delle richieste pervenute in occasione del bando edilizia scolastica (quello finanziato dalla Banca europea degli investimenti, ndr), sia dai risultati di indagini indipendenti che confermano la presenza di rilevanti criticità negli istituti. La storia di questo nuovo bando parte da lontano, con l'intenzione della Fondazione di aiutare ancora una volta le scuole con circa 10 milioni di euro, da mettere come cofinanziamento di altre somme. Dopo una serie di nulla di fatto è arrivato per l'appunto il bando Bei: «A quel punto - spiega il presidente Bertocchini - abbiamo aspettato per capire se sarebbe servito un cofinanziamento da parte degli enti locali: in quel caso li avremmo sostenuti. Poi, però, è stato deciso che il bando poteva finanziare anche il 100% di un'opera e quindi abbiamo deciso di utilizzare i nostri soldi in altra maniera».Metà dei dieci milioni, dunque, sono finiti a finanziare il bando che si aprirà a inizio ottobre per chiudersi il 30 novembre: i lavori previsti saranno prevalentemente quelli di manutenzione straordinaria, di adeguamento sismico o comunque quelli che abbiano un carattere di urgenza e interesseranno le scuole comunali (dalla materna alle medie).I cinque milioni stanziati saranno messi a disposizione in tre annualità: un milione nel 2019 e due ciascuno nel 2020 e nel 2021. A questo bando potranno partecipare anche gli enti che vogliono migliorare la loro posizione nella graduatoria della Banca europea per gli investimenti. L'obiettivo è di finanziare una quindicina di progetti e, per evitare che ci siano dei pesci pigliatutto, l'importo massimo per ogni domanda sarà di 500.000 euro.Altri 3.800.000 euro sono andati invece direttamente alla Provincia, per interventi su una dozzina di istituti superiori. Tre quelli più significativi: il professionale Marconi a Viareggio, il liceo Chini a Lido di Camaiore e l'Istituto tecnico Carrara a Lucca. In particolare, i 600.000 euro che andranno a quest'ultima scuola serviranno per completare i lavori al Blocco C, ormai fermi da anni dopo il default dell'azienda che si era aggiudicata l'appalto senza però portare a termine il cantiere.La Fondazione ha poi impegnati altri 1,1 milioni di euro a favore di tre Comuni per la ristrutturazione di altrettanti istituti: si tratta di Borgo a Mozzano, Coreglia Antelminelli e Piazza al Serchio. --LUCA CINOTTI BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore