scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/04/2021

Fondazione Carisbo, via ai primi cinque bandi

QN - Il Resto del Carlino

di Lorenzo Pedrini Le persone, tra welfare e inclusione sociale, la cultura, fra tutela del patrimonio e promozione territoriale e lo sviluppo, in bilico tra innovazione, ricerca e formazione del capitale umano. Sono questi, in accordo con i macro-obiettivi individuati dall'Onu nella sua Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile, i filoni attraverso i quali si muoveranno i bandi promossi dalla Fondazione Carisbo durante la prima sessione erogativa dell'anno. Come indicato dal Documento programmatico previsionale e dalle Linee di indirizzo tracciate per il triennio appena iniziato, infatti, Casa Saraceni si appresta a investire un milione e 650mila euro in cinque diverse procedure concorsuali, come prima tranche dei 12 milioni messi a disposizione del territorio per il 2021. Accessibili da lunedì 26 aprile al 31 maggio sulla pagina www.fondazionecarisbo.it/contributi-bandi/bandi-in-corso, i bandi saranno intesi, innanzitutto, come un veicolo di rilancio della città nel quadro post-emegenziale con cui tutti dobbiamo confrontarci, e l'iter di valutazione delle candidature si concluderà entro il mese di luglio. Del resto, come ricordato dal presidente della Fondazione Carisbo, Carlo Monti, «la crisi generata dalla pandemia ha acuito bisogni ai quali intendiamo fornire risposte efficaci, impegnandoci a garantire una sostenibilità erogativa durevole nel tempo e confidando di poter contribuire al suo superamento». Proprio per questo, ha spiegato Monti, «abbiamo rifocalizzato la nostra attività sulle direttrici Persone, Cultura e Sviluppo: sia per fornire un indirizzo strategico ai nostri stakeholder sia per orientare la nostra flessibilità di intervento». Un impegno a tutto tondo, dunque, anche perché, come ha sottolineato il segretario generale della Fondazione, Alessio Fustini, «per concorrere alla realizzazione dei progetti che i nuovi bandi sollecitano, non ci limiteremo al solo apporto di risorse, ma investiremo sul supporto per sviluppare reti di relazioni e competenze, necessarie per partecipare a nuove opportunità di finanziamento e collaborazione». Su tale sfondo, quindi, si inseriranno i tre bandi relativi al macro-obiettivo 'Persone' e i due pensati, rispettivamente, per sostenere la 'Cultura' e lo 'Sviluppo'. A partire, sul primo fronte, dal bando 'Servizi alla persona', finalizzato, per un valore di 300mila euro, al sostegno dei cittadini più giovani, degli anziani e dei portatori di disabilità, dal bando da 600mila euro per il 'Welfare di comunità e generativo' e, non ultimo, dal 'Bando Emergenze', rinnovato anche quest'anno, con 100mila euro di fondi, per fare fronte alle conseguenze della pandemia. Agli altri due grandi obiettivi, invece, sono finalizzati il bando 'Riscopriamo la città', con i suoi 150mila euro per interventi di recupero del patrimonio artistico e promozione culturale, e il bando 'Ricerca medica e alta tecnologia', forte di 500mila euro accantonati per incentivare l'indagine scientifica e dare nuova linfa all'innovazione digitale. © RIPRODUZIONE RISERVATA