scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
06/07/2021

Finanziamenti PMI / 1

ItaliaOggi Sette - CINZIA BOSCHERO

SCADENZIARIO RAGIONATO DELLE OPPORTUNITÀ CONTENUTE NEI BANDI COMUNITARI E REGIONALI Luglio 2021 SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE: GRADO DI DIFFICOLTÀ HH H L.4 TITOLO DEL BANDO COOPERAZIONE Contenuto: sono aperti diversi bandi del programma europeo denominato DCI II che cofinanzia progetti di cooperazione tra organizzazioni della società civile e autorità locali e del programma comunitario EIDHR. DCI II è uno strumento per il sostegno di progetti multi-Stato e bandi su singoli Stati. Sino al giorno 5 agosto è possibile partecipare ad un bando per progetti di cooperazione in Cile (rif. ID- EuropeAid/171882/DD/ACT/CL) con un importo di due milioni e mezzo di euro. EIDHR ha cinque obiettivi: 1. obiettivo 1 - Sostegno ai diritti umani e ai difensori dei diritti umani nelle situazioni in cui sono maggiormente a rischio; 2. obiettivo 2 - Sostegno alle altre priorità dell'Unione in materia di diritti umani; 3. obiettivo 3 - Sostegno alla democrazia; 4. obiettivo 4 - missioni di osservazione elettorale dell'Unione europea; 5 obiettivo 5 - Sostegno ad attori e processi fondamentali mirati, compresi gli strumenti e i meccanismi internazionali e regionali nel settore dei diritti umani. Il programma DCI II ha come obiettivo principale è la lotta alla povertà per mantenere l'impegno dell'Ue sugli obiettivi di Sviluppo del Millennio. Gli obiettivi specifici per l'assistenza esterna dello Strumento di cooperazione sono: stimolare la crescita sostenibile; sviluppo sociale e ambientale; promozione della democrazia, della governance e del rispetto dei diritti umani; promozione dello stato di diritto. A chi rivolgersi: https://webgate.ec.europa.eu/europeaid/online-services/ SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ HHH L.2 TITOLO DEL BANDO COOPERAZIONE Contenuto: sono aperti diversi bandi del programma europeo ErasmusPlus che cofinanzia progetti nei settori dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. Le prossime scadenze sono per accreditamenti Erasmus nell'IFP, nell'istruzione scolastica e per adulti il 19 ottobre 2021; per progetti di mobilità individuale nel settore della gioventù il 5 ottobre 2021; per partenariati su piccola scala nei settori istruzione, formazione e gioventù il 3 novembre 2021; per Centri di eccellenza professionale il 7 settembre 2021; per Accademie degli insegnanti Erasmus il 7 settembre 2021; per le cosiddette Alleanze per l'innovazione il 7 settembre 2021. Ci si può rivolgere alle Agenzie nazionali ErasmusPlus e alla Agenzia esecutiva EACEA. Il budget totale ammonta a 2.453,5 milioni di euro, così ripartiti ovvero Istruzione e formazione 2.153,1 milioni di euro; Gioventù con 244,7 milioni di euro; Sport con 41,7 milioni di euro; per le azioni Jean Monnet di 14 milioni di euro. Possono beneficiare dei fondi sia realtà degli Stati dell'Unione europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cechia, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria), che la Turchia, la Serbia, gli Stati PTOM - Paesi e Territori d'Oltremare , realtà della Macedonia del Nord, degli Stati EFTA/SEE (Norvegia, Islanda e Liechtenstein). A chi rivolgersi: ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus - www.erasmusplus.it SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ H L.1 TITOLO DEL BANDO: COOPERAZIONE Contenuto: sono aperti dei bandi della Commissione europea relativi al nuovo programma Cittadini, Uguaglianza, Diritti e Valori, che è parte, assieme al nuovo programma Giustizia, del Fondo Giustizia, Diritti e Valori attivo per il periodo 2021-2027. Il programma ha quattro sezioni di cui la sezione Valori dell'Unione, per la promozione e la protezione dei valori europei; la sezione Uguaglianza, diritti e parità di genere, per la promozione dei diritti, della non discriminazione e dell'uguaglianza, inclusa quella di genere; la sezione Partecipazione e coinvolgimento dei cittadini, per promuovere l'impegno e la partecipazione dei cittadini alla vita democratica dell'Unione, gli scambi tra cittadini di diversi Stati membri e la sensibilizzazione sulla storia comune europea; la sezione Daphne, per la prevenzione e la lotta alla violenza di genere e alla violenza nei confronti dei bambini. Sino al 7 settembre è aperto ad esempio un bando (rif. bando CERV-2021-CHILD) che cofinanzia progetti per promuovere e proteggere i diritti dei bambini e sono cofinanziabili progetti sia nazionali che transnazionali. Ogni progetto approvato può ottenere sino al novanta per cento dei costi ammissibili coperti. Il bando ha un budget di due milioni e 160mila euro. È aperto anche un bando (rif. Bando CERV-2021-DATA- bando ristretto) che cofinanzia progetti per la protezione dei dati sia nazionali che transnazionali. Si può ottenere una copertura al novanta per cento dei costi ammissibili. Il bando ha un totale di un milione e 850mila euro con scadenza al 9 settembre. Anche i pazienti devono avere gli stessi diritti viste le disuguaglianze emerse anche a livello europeo dai dati rilevati e monitorati dalla rete EuroHealthNet. Associazioni come Aim fanno progetti europei rilevanti di ricerca. Ci sono importanti novità per la cura della miastenia: sono stati pubblicati di recente su Lancet Neurology i risultati molto positivi di una sperimentazione clinica di Fase 3 di un innovativo farmaco sulla Miastena Gravisc che può rivoluzionare la terapia. "Il farmaco è un inibitore della molecola FcR neonatale, recettore presente sulle cellule dei vasi sanguigni che serve a rigenerare nel sangue le immunoglobuline di tipo G (IgG), gli anticorpi che circolano nel nostro sangue," spiega Renato Mantegazza, Presidente della Associazione nazionale Miastenia (www.miastenia.it) e che ha collaborato alla ricerca con il Suo team di ricerca come capodipartimento di neuroimmunologia e delle patologie neuromuscolari, "Questo nuovo farmaco, testato per la prima volta nella Miastenia Grave, induce una riduzione super selettiva delle IgG. In questo modo nella MG sono stati ridotti gli anticorpi che generano la malattia e si è ottenuto un miglioramento clinico significativo; da notare che nella sperimentazione sono stati trattati pazienti affetti da MG già in terapia immunosoppressiva ma non in controllo della malattia. Questo tipo approccio farmacologico potrà essere utilizzato anche in molte altre malattie anticorpo-mediate. È un avanzamento nelle cure molto importante. Come associazione teniamo costantemente informati pazienti e loro famiglie e facciamo parte anche della rete europea degli ERN -European Reference Network". L'associazione Aim ha attivato anche una serie di servizi di telemedicina, di teleconsulto, di sostegno psicologico e partecipa ad uno studio europeo sul monitoraggio degli effetti della vaccinazione covid 19 sui pazienti con miastenia. "Occorre tenere presente," sottolinea Renato Mantegazza "che ci sono diverse tipologie di miastenia e che ogni paziente ha una sua storia clinica personale che ne differenzia il decorso; tuttavia per tutti è necessario e indispensabile fare il vaccino e tenersi sempre in contatto con i centri di riferimento nazionali quali il nostro che fanno ricerca multidisciplinare con fondi europei". A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ HHH L.3 TITOLO DEL BANDO COOPERAZIONE Contenuto: si ricorda che è aperta la finestra con un budget totale di quattro milioni di euro, tra il primo al 30 settembre per richiedere il voucher per la proprietà intellettuale (rif. Invito a presentare proposte n. GR/001/21 Ideas Powered for business SME FUND - Voucher per la proprietà intellettuale - Commissione europea - Sito Web Europa del 11/1/2021). È gestito il bando dall'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale (Euipo). Il Fondo di sovvenzioni ha venti milioni di euro a favore delle pmi per aiutarle ad avvalersi dei propri diritti di proprietà intellettuale (PI) e a trarne vantaggio. Il Fondo, finanziato da Euipo e dal programma Cosme della Commissione europea elargisce sostegno finanziario sotto forma di rimborso parziale dei costi per domande di marchio e disegno o modello e per la pre-diagnosi della proprietà intellettuale. Le pmi con sede legale negli Stati dell'Unione europea possono beneficiare di due servizi ovvero un servizio di pre-diagnosi della proprietà intellettuale (IP scan) e copertura tasse di base per le domande di marchio e disegno o modello con un rimborso del 75 per cento dei costi relativi alla pre-diagnosi della PI e del 50 per cento sulle tasse di base per domande di marchio e disegno o modello a livello nazionale, regionale (Benelux) e dell'UE, con importo massimo di 1.500 euro. Ci sono nuove sfide di mercato e se ne parla anche con la Commissione europea e l'associazione Wileurope in un evento intitolato 'International Trade in the Wake of the Sanitary Crisis' il 19 luglio. Si segnala anche la Fast- Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche che fa parte della rete European Enterprise Network e che organizza per la Commissione europea dei B2B gratuiti per le pmi "Speriamo," sottolinea Alberto Pieri, segr. gen. Fast, "che Milano vinca la candidatura come Tribunale europeo dei brevetti". A chi rivolgersi: euipo.europa.eu - www.wileurope.org - www.fast.mi.it SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ HH L.4 TITOLO DEL BANDO EUROPA CREATIVA Contenuto: è aperto un bando del programma comunitario denominato Europa Creativa - Cultura che offre sostegno a entità culturali pan-europee (rif. CREA-CULT-2021-PECE - Funding & Tender Portal del 8/6/2021). Il budget totale del bando ammonta a 5,4 milioni di euro per finanziare progetti proposti da orchestre con artisti di almeno venti Stati per progetti atti ad offrire opportunità di formazione, professionalizzazione ed esibizione a giovani musicisti di talento. Si punta ad aumentare la visibilità della diversità culturale e del patrimonio culturale europei; a favorire l'emergere dell'eccellenza artistica e il raggiungimento degli standard più elevati di performance delle orchestre; a sostenere le attività di organizzazioni e artisti che agiscono come promotori e ambasciatori dei valori culturali dell'Ue; a favorire la partecipazione e l'accesso alla creazione artistica di alto livello da parte del pubblico giovane e di nuovo pubblico; a migliorare la capacità del settore di essere resiliente e preparato a sfruttare le opportunità offerte dalle tecnologie digitali, sia per lo sviluppo professionale degli artisti che per l'accessibilità delle performance. Ogni progetto approvato potrà ottenere sino ad un massimo di un milione e 800mila euro. I progetti dovrebbero offrire agli artisti adeguate possibilità di esibirsi in particolare per un pubblico nuovo o giovane, utilizzando mezzi appropriati incluso esibizioni dal vivo o strumenti digitali. Ogni proposta deve avere una durata massima di trentasei mesi. Si può presentare domanda entro il 26 agosto. A chi rivolgersi: portale Funding & Tender - ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ H H L.5 TITOLO DEL BANDO MEDIA Contenuto: si può aderire ad un bando del programma Media della Commissione europea che cofinanzia progetti di network di cinema (Rif. CREA-MEDIA-2021-CIN3 NET) nell'ambito del programma Europa Creativa. Si punta a dare supporto ad una rete di cinema per incoraggiare gli operatori cinematografici a proiettare una percentuale significativa di film europei non nazionali attraverso incentivi e progetti collaborativi; aumentare l'interesse del pubblico per i film non nazionali, anche attraverso lo sviluppo di attività per i giovani spettatori; aiutare i cinema ad adattare le loro strategie all'evoluzione del settore, anche promuovendo approcci innovativi per raggiungere e coinvolgere il pubblico, incrementare partnership con altri operatori dell'industria cinematografica e istituzioni culturali locali; favorire lo scambio di migliori pratiche, la condivisione di conoscenze e altre forme di collaborazione transfrontaliera tra i membri della rete; contribuire al dialogo politico sull'industria cinematografica diffondendo i risultati delle attività della rete. Possono beneficiare dei fondi reti di cinema europee che rappresentino minimo quattrocento sale cinematografiche situate in almeno venti Stati ammissibili alla sezione MEDIA di Europa Creativa, tra cui sale cinematografiche indipendenti europee che siano sale di prima visione e che programmino film europei in prima visione entro dodici mesi dalla prima proiezione nazionale. Possono aderire anche cinema che dedichino al massimo il trenta percento delle proiezioni a retrospettive o riedizioni; dispongano di un sistema di biglietteria e dichiarazione degli ingressi; possiedano almeno uno schermo e settante posti a sedere; procedano ad almeno trecento proiezioni all'anno se sale cinematografiche con schermo singolo; oppure con 520 proiezioni all'anno se sale con più schermi come sale operative almeno sei mesi all'anno e ad almeno trenta proiezioni al mese se sale cinematografiche estive e all'aperto e sale operative meno di sei mesi all'anno; oppure sale che nei precedenti dodici mesi abbiano avuto almeno 20mila spettatori. Ogni progetto deve durare massimo diciotto mesi. Il budget totale del bando ammonta a quindici milioni di euro. Ogni progetto può ottenere una copertura dei costi ammissibili sino al 95 per cento. La scadenza è il 10 agosto. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities SETTORE: COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ HH L.3 Titolo del bando COOPERAZIONE Contenuto: è aperto un bando della Commissione europea relativo ad un nuovo programma europeo Giustizia. Il programma attinge al Fondo Giustizia, Diritti e Valori attivo per il periodo 2021-2027, sostiene l'ulteriore sviluppo di uno spazio europeo di giustizia, basato sullo Stato di diritto e sul riconoscimento e la fiducia reciproci, promuove la cooperazione giudiziaria nel campo del diritto civile e penale, la formazione giuridica e l'accesso alla giustizia per tutti. Si segnala con scadenza al 9 settembre un bando JUST-2021-JACC che incentiva progetti transnazionali, volti a rafforzare i diritti delle persone sospettate o accusate di reato e i diritti delle vittime. Si può ottenere al massimo la copertura al novanta per cento dei costi ammissibili. Il budget totale del bando ammonta a sei milioni e 200mila euro. Ci sono differenze di cura e diritti lesi soprattutto nel settore sanità lo dice anche l'associazione nazionale oculisti ambulatoriali (www.oculistigoal.org) che partecipa a bandi europei e che sta collaborando con l'associazione dei pazienti maculopatici Comitato Macula al fine di tutelare la salute visiva dei cittadini con questa patologia. "Purtroppo", dice Danilo Mazzacane, segr. gen Goal, "in alcune regioni come la Lombardia, si è deciso di percorrere la strada del risparmio, inducendo gli oculisti ad utilizzare farmaci meno costosi off label, che però richiedono di essere impiegati con periodicità mensile. In tale modo il risparmio realizzato nel breve si trasforma in maggiore problema nel lungo termine in quanto comportano una minore efficacia poichè il protocollo di cura non è realizzabile temporalmente ed inoltre il maggiore numero di iniezioni aumenta il rischio di insorgenza di gravi endoftalmiti ,con uno scadimento della qualità di vita dei pazienti maculopatici per le implicazioni psicologiche connesse. Non va dimenticata la responsabilità professionale personale degli oculisti ,che sono costretti ad utilizzare un farmaco offlabel, in presenza di altri onlabel regolarmente registrati con indicazione specifica per l'oculistica. Le conseguenze etiche e giuridiche sono facilmente immaginabili, ecco perché i decisori politici devono ascoltare di più sia medici che pazienti per consideranre la sanita un investimento non un bilancio". A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/funding-tenders SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ H H L.1 TITOLO DEL BANDO COOPERAZIONE Contenuto: si può aderire ad un bando della Commissione europea che cofinanzia progetti all'interno del programma europeo del corpo europeo di solidarietà 2021-2027 (rif. GUCE/GUUE C del 15/4/2021). Possono essere cofinanziati progetti di volontariato che offrano ai giovani l'opportunità di partecipare ad attività di solidarietà e contribuire in questo modo ad affrontare esigenze specifiche di comunità locali. Le attività di volontariato possono svolgersi nello Stato di residenza del partecipante (attività nazionali) o in uno Stato diverso da quello di residenza (attività transfrontaliere). Il volontariato può essere individuale, per una durata compresa tra 2 e 12 mesi, oppure di gruppo, con il coinvolgimento di 10-40 giovani provenienti da almeno 2 Stati diversi, per un periodo compreso tra 2 settimane e 2 mesi. Possono essere cofinanziati Gruppi di volontariato in settori ad alta priorità per progetti su larga scala e ad alto impatto inerenti attività di volontariato svolte da gruppi di giovani (almeno 5 partecipanti) di almeno due Stati diversi che attuano interventi di breve durata (da 2 settimane a 2 mesi) in risposta a sfide comuni in settori prioritari definiti annualmente a livello UE. Per il 2021 i progetti devono riguardare il settore della salute, con attività che affrontano le principali sfide sanitarie, compreso l'impatto della pandemia di COVID-19 e la ripresa. Fondi sono destinati a progetti di solidarietà, progetti sviluppati e realizzati da gruppi di almeno 5 giovani di uno stesso Stato partecipanti al Corpo europeo di solidarietà, al fine di affrontare le principali problematiche e sfide della loro comunità locale. I progetti possono durare da 2 a 12 mesi. Oltre all'impatto locale, un progetto di solidarietà dovrebbe anche presentare un chiaro valore aggiunto europeo affrontando priorità individuate a livello europeo. Inoltre le organizzazioni che intendono partecipare a progetti di volontariato, anche nel settore dell'aiuto umanitario devono previamente ottenere il Marchio di qualità (Quality Label). Il Marchio certifica che un'organizzazione è in grado di svolgere attività di solidarietà di alta qualità nel rispetto dei principi, degli obiettivi e dei requisiti del Corpo europeo di solidarietà. È possibile presentare domande per ottenere o il marchio di qualità per le attività di volontariato solidale o un marchio di qualità per il volontariato nel settore degli aiuti umanitari. Il bando è aperto a organizzazioni stabilite o giovani residenti negli Stati dell'Unione Europea, nei Paesi EFTA/SEE (Islanda, Liechtenstein), negli Stati candidati all'adesione all'UE (Turchia, Macedonia del Nord), Stati PTOM. La partecipazione ad alcune azioni è inoltre aperta ad organizzazioni di Paesi terzi. Le prossime scadenze aperte sono il 5 ottobre, il 22 settembre. Il budget totale ammonta a 138 milioni e 873mila euro. Importanti i progetti europei sul volontariato in Sanità. Si segnala l'associazione Tutor che è prioritaria a livello nazionale ed europeo (www.tumoritoracicirari.it) e che realizza progetti quali SIA (Supporto, Aiuto, Informazione), lavora in rete a livello europeo con la rete Tyme e la rete European reference Network della Commissione europea. "Abbiamo anche il progetto Open Tutor a favore di pazienti e familiari con cui diamo supporto per chi ha neoplasie timiche e anche mesoteliomi; forniamo informazioni sui centri con sperimentazioni, su centri specializzati a livello chirurgico e oncologico; sosteniamo la centralità del paziente e supportiamo progetti di ricerca", dice la Presidente Laura Abate Daga. A chi rivolgersi: europa.eu/youth/solidarity_it - agenziagiovani.it - www.eacea.ec.europa.eu SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ H H HH L.4 TITOLO DEL BANDO INNOVLAB Contenuto: è aperto un bando del programma Europa Creativa - Transettoriale che cofinanzia la creazione di un laboratorio per l'innovazione creativa (CREA-CROSS-2021-INNOVLAB). Possono essere cofinanziati progetti di durata massima di ventiquattro mesi. Possono essere cofinanziati progetti per l'ideazione, lo sviluppo e la sperimentazione di strumenti, modelli e soluzioni innovativi applicabili nel settore audiovisivo e in altri settori culturali e creativi e con un elevato potenziale di replicabilità. I progetti possono riguardare l'equa remunerazione; raccolta e analisi di dati, con particolare attenzione sulle previsioni per la creazione di contenuti e lo sviluppo del pubblico; nei settori creativi e culturali azioni che contribuiscano al Nuovo Bauhaus europeo; strumenti e contenuti educativi innovativi che utilizzano la creatività e i settori creativi per affrontare questioni sociali come la disinformazione, le fake news. Possono aderire al bando persone giuridiche, pubbliche e private, organizzazioni internazionali, stabilite in uno degli Stati ammissibili al programma comunitario Europa Creativa con sede o nell'Unione europea, negli Stati PTOM; nei Paesi terzi associati al programma. Ogni progetto può ottenere la copertura costi ammissibili sino al sessanta per cento e deve essere presentato da un consorzio con minimo tre soggetti di minimo due diversi Stati ammissibili ad Europa Creativa. La scadenza è il 5 ottobre 2021. Il bando ha un importo di sei milioni e 320mila euro. A chi rivolgersi: Agenzia esecutiva europea per l'istruzione e la cultura (EACEA) - ec.europa.eu/info/funding-tenders SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ HHH L.3 TITOLO DEL BANDO COOPERAZIONE Contenuto: sono aperti dei bandi relativi al programma Cittadini, Uguaglianza, Diritti e Valori. Si segnala un bando per gemellaggio e reti di città. La scadenza è il 26 agosto. Il budget ammonta a sei milioni e 945.135 euro. I fondi sono a favore di gemellaggi di città e possono essere cofinanziati progetti per sensibilizzare sulla ricchezza del contesto culturale e linguistico in Europa e promuovere la comprensione e la tolleranza reciproche; per sensibilizzare sull'importanza di rafforzare il processo di integrazione europea basato sulla solidarietà e sui valori comuni; per favorire il senso di appartenenza all'Europa promuovendo il dibattito sul futuro dell'Europa; per riflettere sull'impatto della pandemia sulle comunità locali, nonché sulle forme che la partecipazione civica assume durante la crisi covid 19. Possono essere coperte le spese per la realizzazione di workshop, seminari, conferenze, attività di formazione, riunioni di esperti, webinair, attività di sensibilizzazione, raccolta di dati, sviluppo, sviluppo, scambio e diffusione di buone pratiche tra autorità pubbliche e organizzazioni della società civile, sviluppo di strumenti di comunicazione e uso dei social media. Ogni progetto può ottenere un importo massimo di trentamila euro e deve essere presentato da minimo due realtà di due Stati diversi, durare massimo dodici mesi. Per le reti di città i progetti devono essere presentati da consorzi di minimo cinque municipalità di cinque Stati ammissibili. Possono essere cofinanziati progetto per promuovere la consapevolezza e sviluppare la conoscenza sui diritti di cittadinanza dell'UE; per promuovere la consapevolezza, sviluppare la conoscenza e condividere le migliori pratiche a livello locale riguardo ai vantaggi della diversità e a misure efficaci per combattere la discriminazione e il razzismo; per promuovere la consapevolezza e sviluppare la conoscenza riguardo al ruolo delle minoranze nelle società europee e il loro contributo allo svi5 luppo culturale; per incrementare la consapevolezza, sviluppare la conoscenza e condividere le migliori pratiche a livello locale sulla Carta dei diritti fondamentali dell'Ue e sulla sua applicazione; per riflettere sull'impatto della pandemia sulle comunità locali, nonché sulle forme che la partecipazione civica assume durante la crisi covid 19. Punta molto sulla partecipazione civica l'associazione Meritocrazia che di recente in occasione della giornata mondiale per la lotta alla desertificazione ha ribadito la necessità di programmazione di investimenti infrastrutturali per serbatoi, nuovi approvvigionamenti, riutilizzo delle acque reflue, riduzione delle dispersioni e interconnessioni tra acquedotti, riammodernamento e manutenzione della rete idrica); una revisione del piano normativo per il riuso delle acque depurate in agricoltura, in adeguamento alle previsioni del recente regolamento europeo; incentivi per il ricorso alla tecnologia per il risparmio idrico (irrigazione a goccia, sensori nel terreno, monitoraggio con droni, IA, etc.), con logiche di premialità alle virtù per risultato raggiunto; l'attuazione di politiche ambientali più incisive, con serrata lotta agli sprechi legati agli impianti di distribuzione e agli usi sconsiderati delle risorse e contrasto ai cambiamenti climatici e soprattutto una formazione scolastica permanente per abituare tutti al risparmio idrico e ad un senso civico di rispetto dell'ambiente, come ha evidenziato il presidente di Meritocrazia Italia Walter Mauriello. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/funding-tenders SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ HH L.2 TITOLO DEL BANDO COOPERAZIONE Contenuto: è aperto sino al 16 agosto un bando lanciato da partner del Joint Call Board delle ERA-Net SusFood2 (SUStainable FOOD production and consumption) e FOSC (Food Systems and Climate). Il bando intende cofinanziare soluzioni innovative per sistemi alimentari resilienti, climaticamente intelligenti e sostenibili, ovvero progetti che facilitino la transizione dagli attuali sistemi alimentari lineari a sistemi circolari resilienti, compreso un uso ottimale delle risorse e una minore vulnerabilità agli shock in considerazione delle interdipendenze all'interno dei sistemi e dei suoi stakeholder.Verranno supportati quei progetti che adottano un approccio sistemico considerando tutti gli aspetti rilevanti nei sistemi alimentari e il loro potenziale per aumentare la sostenibilità (Tema 1) e la resilienza (Tema 2). Le proposte dovrebbero includere la ricerca su uno dei seguenti argomenti ovvero per il Tema 1- innovazioni per migliorare la sostenibilità dei sistemi alimentari, con particolare attenzione all'aumento dell'efficienza delle risorse e alla riduzione dei rifiuti; per il Tema 2- progetti di adattamento dei sistemi alimentari e resilienza agli shock del sistema. A chi rivolgersi: https://susfood-db-era.net/main/content/joint-call-2021 SETTORE INNOVAZIONE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ * L.1 TITOLO DEL BANDO EIC Contenuto: sono aperti dei bandi dell'iniziativa EIC europea che supporta attività di innovazione finalizzate a sostenere lo sviluppo di una nuova tecnologia e il suo ingresso nei mercati. Il bando finanzia azioni che vadano oltre la mera prova sperimentale in laboratorio supportando sia la maturazione che la convalida della nuova tecnologia. Il contributo sarà inoltre destinato a sostenere lo sviluppo di un business model in vista della futura commercializzazione della tecnologia innovativa. In particolare EIC Transition Open finanzia nuove tecnologie da qualsiasi campo scientifico che abbiano già raggiunto la prova sperimentale di principio in laboratorio. Queste tecnologie dovrebbero mirare a un'ulteriore maturazione e convalida in laboratorio e in ambienti applicativi pertinenti per sviluppare la prontezza di mercato. EIC Transition Challenges on Medical Technology and Devices è invece specificamente rivolto a nuove tecnologie e dispositivi che rispondono a importanti esigenze di salute nel trattamento clinico diretto e la cura del paziente. Supporta le attività di transizione da un risultato di proof-of-concept a un livello di maturità tecnologica appropriato per la valutazione clinica e finalizzato a sviluppare una strategia di sfruttamento. EIC Transition Challenge - Energy harvesting and storage technologies finanzia tecnologie innovative che intendono sviluppare un sistema efficiente, a basso costo, sostenibile, compatto e flessibile di raccolta, conversione e stoccaggio dell'energia. Queste tecnologie sono quindi considerate importanti per gli obiettivi del Green Deal dei sistemi energetici decarbonizzati, mentre si realizza la transizione verso un'energia sicura e accessibile. La scadenza è il 22 settembre. Si ricorda inoltre l'obiettivo di cooperazione territoriale europea (Interreg), il Fondo europeo di sviluppo regionale e il Fondo di coesione per i prossimi sette anni. Ci sono tre regolamenti europei, approvati in via definitiva, che entrano in vigore il 1° luglio. In linea con le nuove norme sulle disposizioni comuni, Interreg e il Fondo regionale e di coesione dovranno destinare almeno il 30 per cento delle loro risorse all'azione per il clima, all'economia circolare e agli investimenti nella crescita sostenibile e nella creazione di posti di lavoro. Sono previste anche misure specifiche per pmi e regioni ultraperiferiche L'obiettivo non è solo di contribuire alla ripresa dalla pandemia di covid 19, ma anche di garantire un sistema sanitario pubblico più resiliente. Sostegni anche a cultura, turismo sostenibile e trasformazione digitale. Gli investimenti legati all'energia nucleare o ai combustibili fossili sono esclusi dal sostegno, ad eccezione dei progetti sul gas naturale in sostituzione del carbone fino al 31 dicembre 2025. Se ne è parlato anche ad un recente corso a cui hanno partecipato tra i vari relatori anche il Luca De Carli, Capo Unità, DG Clima, Commissione europea; Andrea Vettori, Capo Unità, DG Ambiente e realizzato grazie alla Rappresentanza Nord Italia della Commissione europea. "Ci sono nuove sfide aperte con il Green Deal e molti investimenti e fondi europei da gestire e su cui informare in modo corretto sia imprese che cittadini", ha ribadito Massimo Gaudina, Capo Rappresentanza Nord Italia Commissione europea. La cooperazione transfrontaliera riceverà il 72,2 per cento di queste risorse, mentre la dotazione per la cooperazione transnazionale, interregionale e delle regioni ultraperiferiche ammonta rispettivamente al 18,2%, al 6,1% e al 3,5 per cento. Fino al 20% dei fondi di un programma Interreg può essere assegnato a piccoli progetti. La legislazione stabilisce disposizioni comuni per il Fondo regionale e di coesione, il Fondo per una transizione giusta, il Fondo sociale europeo Plus e il Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l'acquacoltura. Insieme, questi strumenti rappresentano circa un terzo del bilancio complessivo dell'Unione per il periodo 2021-2027, per un totale di 330 miliardi di euro. Per ricevere i finanziamenti UE, i paesi dovranno rispettare la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e l'accordo sul clima di Parigi, promuovere la parità di genere e combattere la discriminazione. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/regional_policy/en/projects - https://interreg.eu - ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal BANDI E FONDI REGIONALI E STRUTTURALI SETTORE AGRICOLTURA REGIONE LOMBARDIA Contenuto: è aperto un bando a favore di giovani agricoltori con fondi PSR, Operazione 6.1.01 e il bando 2021 ha una dotazione finanziaria di un milione e mezzo di euro. Si possono inoltrare domande sino al 20 giugno 2022. Possono partecipare i titolari di una impresa agricola individuale o un legale rappresentante di una società agricola di persone, di capitali o cooperativa. Viene concesso un premio per il primo insediamento in qualità di titolare o legale rappresentante di un'impresa agricola nell'ambito di applicazione del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Lombardia. Il bando ha un importo di un milione e mezzo di euro. Tale dotazione potrà essere incrementata a seguito delle modifiche apportate al Programma di Sviluppo Rurale. L'aiuto è concesso sotto forma di premio di primo insediamento ai giovani agricoltori come pagamento forfettario in due rate. L'importo del premio, in relazione alla zona dove è ubicata l'azienda in cui avviene il primo insediamento, è di cinquantamila euro in zone svantaggiate di montagna; 40mila euro in altre zone. La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica tramite la compilazione della domanda informatizzata presente nel Sistema Informatico delle Conoscenze della Regione Lombardia (Sis.Co.) entro la scadenza indicata alla voce precedente, previa apertura e aggiornamento del fascicolo aziendale informatizzato, allegando la documentazione di cui al paragrafo 12.4 delle disposizioni attuative. L'istruttoria delle domande è di competenza della Direzione Generale Agricoltura. L'attribuzione del punteggio avviene valutando nell'ordine in base ai requisiti qualitativi degli interventi programmati e illustrati nel Piano aziendale per lo sviluppo dell'attività agricola; al comparto produttivo interessato dagli obiettivi indicati nel Piano aziendale per lo sviluppo dell'attività agricola; alle caratteristiche dell'impresa o della società in cui il giovane agricoltore si insedia. Riferimenti: per informazioni e segnalazioni relative alla procedura informatica per la presentazione della domanda Numero Verde 800 131 151 · - https://www.bandi.regione.lombardia.it/procedimenti/new/bandi/bandi/agricoltura-pesca/agricoltura/giovani-agricoltori-RL M12021017603 SETTORE AUDIOVISIVO REGIONE LAZIO Contenuto: sono stati stanziati nove milioni di euro per sostenere la produzione di opere audiovisive, anche cinematografiche, italiane, europee e straniere. Si tratta dell'avviso pubblico approvato dalla Regione Lazio sul capitolo di spesa G12523, esercizio finanziario 2021, destinato all'erogazione di sovvenzioni in favore di imprese individuali o familiari che esercitino, in modo esclusivo o prevalente, l'attività di produzione di opere audiovisive; società di persone o di capitali che, tra le attività che costituiscano l'oggetto sociale, esercitino, in modo esclusivo o prevalente, l'attività di produzione di opere audiovisive. Rientrano tra i beneficiari dell'avviso anche le imprese/società di produzione indipendenti di cui all'art. 2, comma 1, lettera n) della L.R. 5/2020. Le sovvenzioni sono concesse a valere su opere audiovisive, incluse quelle cinematografiche riconosciute come "prodotto culturale" come meglio specificato nel testo dell'avviso; realizzate in tutto o in parte sul territorio della Regione Lazio; le cui riprese siano iniziate dopo il primo gennaio 2019 e siano terminate entro il 31 dicembre 2020; presentate in numero complessivo non superiore a quattro dalla stessa società di produzione; di costo complessivo minimo, per singola opera, pari a 30mila euro. Sono eleggibili ai fini del calcolo delle sovvenzioni le spese di produzione "sopra la linea" e "sotto la linea" sostenute nel territorio regionale entro il 30 ottobre 2021, a tal fine farà fede esclusivamente il momento del concreto pagamento effettuato, inclusi gli eventuali costi sostenuti dai coproduttori o dai produttori esecutivi, purché facenti parte del bilancio di produzione dell'opera. Rientrano tra le spese di produzione eleggibili ai fini del calcolo delle sovvenzioni anche quelle relative all'impiego di "troupe di operatori residenti nella Regione Lazio ovvero di mezzi tecnici messi a disposizione da società/imprese aventi sede legale nella Regione Lazio", per riprese effettuate fuori Regione, nonché le spese generali sostenute nella Regione Lazio, fino ad un massimo del 7,5 per cento del costo complessivo di produzione. La misura della sovvenzione per ciascuna opera è determinata nella misura del 13 per cento delle spese eleggibili. La percentuale è elevata al 30 per cento delle spese eleggibili per le opere il cui bilancio complessivo di produzione sia compreso tra 30mila e 800mila euro. Nel caso di bilancio complessivo di produzione superiore a 800mila euro si applica la percentuale del 13 per cento in relazione a tutte le spese eleggibili del bilancio complessivo di produzione. La percentuale è ugualmente elevata al 15 per cento delle spese eleggibili, per le opere prodotte da imprese nei primi tre anni dall'inizio dell'attività, nonché da micro e piccole imprese. La percentuale è aumentata fino al 10 per cento delle spese eleggibili per le opere con caratteristiche di dichiarata regionalità determinata sulla base dei criteri indicati all'interno dell'avviso. L'importo complessivo delle sovvenzioni concedibili per ogni impresa di produzione, indipendentemente dal numero di opere ammesse a sovvenzione e dagli aumenti applicati per effetto dei precedenti punti, non può in ogni caso superare i 500mila euro. Entro l'8 novembre 2021 ogni impresa ammissibile a sovvenzione dovrà accedere nuovamente alla piattaforma su indicata e compilare i moduli richiesti, allegare fatture e inviare copia delle opere realizzate su dvd. Riferimenti: LazioCrea S.p.A. http://www.regione.lazio.it/cineproduzione - http://www.regione.lazio.it - Direzione Regionale Cultura e Lazio creativo - Area Arti Figurative, Cinema e Audiovisivo, Via Rosa Raimondi Garibaldi n. 7 - 00145 Roma- http://www.regione.lazio.it/rl_cultura/?vw=documentazioneDettaglio&id=57921 - http://lazioeuropa.it/bandi/sovvenzioni_per_la_produzione_cinematografica_e_audiovisiva_2021-775/ SETTORE COOPERAZIONE REGIONE LOMBARDIA Contenuto: sino al 7 giugno 2022 si può fare domanda per beneficiare del fondo per la capitalizzazione delle cooperative lombarde. Possono partecipare al presente bando i soggetti costituiti in forma cooperativa e i loro consorzi che, al momento della presentazione della domanda, siano iscritti e attivi nel Registro delle imprese, con sede legale e operativa attiva in Lombardia. Si punta a favorire la crescita e lo sviluppo delle cooperative lombarde mediante il sostegno a programmi di investimento; a favorire consolidamento, messa in sicurezza e rilancio delle imprese cooperative lombarde a seguito della pandemia, promuovendo in particolare il rafforzamento patrimoniale, la capitalizzazione delle cooperative, il mantenimento e lo sviluppo dei livelli occupazionali. La dotazione finanziaria pari a euro 9.157.141,00 è a valere sui rientri delle risorse autonome di Regione Lombardia disponibili sui fondi presso Finlombarda. L'agevolazione consiste nel combinato di un finanziamento agevolato erogato interamente a valere su risorse regionali, che può concorrere fino ad un massimo del sessanta per cento delle spese ammesse e comunque non oltre 300mila euro. La durata massima del finanziamento è pari a dieci anni, anche in funzione dell'entità dello stesso, di cui un massimo di due anni di preammortamento a cui si aggiunge il preammortamento tecnico necessario per allineare la scadenza delle rate alla prima scadenza utile. Al finanziamento viene applicato un tasso agevolato, pari allo 0.5 per cento, una componente di contributo a fondo perduto che può concorrere fino ad un massimo del 10 per cento delle spese ammesse e comunque non oltre 50mila euro; eventuale ulteriore componente di contributo a fondo perduto che può concorrere fino ad un massimo del 10 per cento delle spese ammesse e comunque non oltre 50mila euro al raggiungimento dei risultati occupazionali; eventuale ulteriore componente di contributo a fondo perduto che può concorrere fino ad un massimo del 10 per cento delle spese ammesse e comunque non oltre 50mila euro al raggiungimento dei risultati di capitalizzazione; Le agevolazioni di cui alla misura "Fondo per la capitalizzazione delle cooperative lombarde" sono concesse ed erogate, fino al termine di validità del Quadro Temporaneo con aiuti concessi ai sensi del Regolamento europeo 1407/2013 del 18 dicembre 2013. Riferimenti: www.bandi.regione.lombardia.it - numero verde 800.131.151 attivo dal lunedì al sabato escluso festivi dalle ore 10.00 alle ore 20.00 SETTORE INTERNAZIONALIZZAZIONE REGIONE LOMBARDIA Contenuto: si può aderire ad una manifestazione di interesse per partecipare a Dubai Expo. Regione Lombardia ha approvato con delibera n. 4886 del 14 giugno 2021 la manifestazione di interesse per la partecipazione al progetto "Innovation House - powered by Regione Lombardia e Fondazione Politecnico di Milano in occasione della Esposizione Universale di Dubai 2020. Possono rispondere al presente avviso per manifestazione d'interesse tutti i soggetti aderenti al Patto per lo Sviluppo della Lombardia (istituito con dgr n. 6/36838 del 12 settembre 1998 e dgr n. 6203 del 20 settembre 2001) nonché imprese, enti pubblici e privati, associazioni, fondazioni, persone fisiche e altre realtà con sede in Lombardia. Regione Lombardia prenderà parte al progetto che si terrà negli Emirati Arabi Uniti dal primo ottobre 2021 al 31 marzo 2022, in occasione dell'Expo Dubai 2020.La manifestazione di interesse ha l'obiettivo di acquisire idee progettuali promosse da soggetti lombardi da valorizzare nell'ambito di tale iniziativa. Le domande saranno oggetto di istruttoria formale al fine di verificare la completezza e la correttezza della documentazione presentata. Tale fase istruttoria sarà effettuata a cura del Responsabile del procedimento e sarà finalizzata alla verifica dei requisiti ovvero coerenza dell'ambito tematico proposto con i temi di Expo 2020 Dubai; sede operativa e/o legale del soggetto richiedente in Lombardia. Riferimenti: https://www.bandi.regione.lombardia.it/procedimenti/new/bandi/bandi/ricerca-innovazione /ricerca-sviluppo-innovazione/avviso-pubblico-manifestazione-interesse-partecipazione-progetto-innovation-h ouse-powered-by-regione-lombardia-fondazione-politecnico-milano-occasione-esposizione-universale-dubai-2020-RLA12021019962 SETTORE INVESTIMENTI REGIONE LOMBARDIA Contenuto: Regione Lombardia sostiene progetti per adeguamento strutturale e tecnologico delle sale: installazione, ristrutturazione, messa in sicurezza anche a seguito dell'emergenza Covid-19, rinnovo di impianti, apparecchiature, arredi e servizi complementari di sale destinate ad attività di spettacolo (teatri, cinema, cineteatri, auditorium musicali, sale polivalenti con prevalente attività di spettacolo). La domanda di partecipazione al bando dovrà essere presentata, pena la non ammissibilità, dal soggetto richiedente obbligatoriamente in forma telematica, per mezzo della piattaforma Bandi on line, entro il 22 luglio 2021. Possono presentare domanda di finanziamento i soggetti aventi la disponibilità della sala da spettacolo come enti e istituzioni ecclesiastiche, soggetti privati non ecclesiastici, comprese le ditte individuali; pmi. Sono esclusi tutti gli enti rientranti nell'elenco delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato individuate ai sensi dell'articolo 1, comma 3 della legge 31 dicembre 2009, n. 196 e ss.mm. (Legge di contabilità e di finanza pubblica), compresi di Province, Comuni, Città Metropolitana, Comunità montane, Unioni di comuni. Per la categoria delle imprese sono ammissibili le micro, piccole e medie imprese, mentre sono escluse le grandi imprese. Ogni soggetto richiedente potrà presentare una domanda di partecipazione al bando per ciascuna sede gestita, nel limite massimo di due. Per Regione Lombardia il settore dello Spettacolo svolge un ruolo fondamentale per lo sviluppo dei territori in quanto favorisce l'aggregazione sociale, culturale oltre ad essere un fattore di crescita imprenditoriale e occupazionale. Saranno sostenuti progetti per adeguamento strutturale e tecnologico delle sale: installazione, rinnovo di impianti, apparecchiature, arredi e servizi complementari di sale destinate ad attività di spettacolo (teatri, cinema, cineteatri, auditorium musicali, sale polivalenti con prevalente attività di spettacolo). In coerenza con Programma triennale per la cultura 2020 - 2022 e il Programma Operativo Annuale 2021, ai sensi dell'articolo 9 della legge regionale 7 ottobre 2016, n. 25 (Politiche regionali in materia culturale - Riordino normativo, le priorità di intervento riguarderanno in particolare l'aggiornamento delle nuove tecnologie relative alla proiezione cinematografica in digitale; la messa in sicurezza delle sale; l'aggiornamento ed ampliamento delle dotazioni tecniche delle sale; l'aumento del confort per il pubblico; la possibilità della fruizione dello spettacolo da parte di persone con disabilità sensoriale; l'accessibilità delle sale per le persone con disabilità motoria; l'ampliamento dell'offerta culturale sul territorio attraverso l'apertura di nuove sale, il ripristino di sale inattive, l'ampliamento di sale esistenti, la creazione di nuove sale nell'ambito di sale o multisale già esistenti; il sostegno all'adeguamento alle misure imposte dalla normativa sanitaria per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da covid-19. Sono stati stanziati in totale tre milioni e 400mila euro. Le tipologie di intervento sono su due linee ovvero la Linea A - per progetti relativi a sale che svolgano attività di spettacolo già attive sono ammissibili i progetti presentati per un importo compreso tra diecimila e 400mila euro; per la Linea B - per progetti relativi all'apertura di nuove sale, al ripristino di sale inattive, alla creazione di nuove sale da destinare ad attività di spettacolo nell'ambito di sale o multisale già esistenti, sono ammissibili i progetti presentati per un importo compreso tra trentamila e 700mila euro. Per ambedue le linee A e B, Regione Lombardia concederà al soggetto beneficiario un contributo fino al cinquanta per cento del totale delle spese ammissibili. Il cofinanziamento del soggetto richiedente non potrà dunque essere inferiore al cinquanta per cento del totale delle spese ammissibili. L'intervento finanziario è concesso da Regione Lombardia interamente a titolo di contributo a fondo perduto. Considerato che potranno essere presentati progetti relativi a sale destinate ad attività di spettacolo con differenti dimensione, localizzazione e bacino di utenza, sarà necessario valutare caso per caso il regime di aiuti applicabile. Al momento della presentazione della Domanda, i soggetti richiedenti dovranno optare per una delle seguenti linee di finanziamento in relazione all'applicabilità delle norme comunitarie in tema di aiuti di Stato ovvero linea di finanziamento 1 (rilevanza locale e/o attività non economica), linea di finanziamento 2 (aiuto in esenzione), oppure linea di finanziamento 3 (de minimis). La procedura di selezione è valutativa e a graduatoria. Riferimenti: D.G. Autonomia e Cultura - Struttura Giovani, Arti Performative e Multidisciplinari, Fund Raising Regione Lombardia - Per informazioni sulla procedura informatica contattare il numero verde 800.131.151 https://www.bandi.regione.lombardia.it/procedimenti/ne w/bandi/bandi/cultura/attivita-culturali-spettacolo/bando-finanziamento-progetti-adeguamento-strutturale-tecn ologico-sale-spettacolo-acquisto-ed-installazione-apparecchiature-digitali-proiezione-art-42-c-1-lett-c -l-r-25-2016-RLL12021019822 SETTORE PESCA REGIONE LAZIO Contenuto: è aperto un bando PO FEAMP a favore di progetti di protezione e ripristino della biodiversità e degli ecosistemi marini e per promuovere il miglioramento della gestione degli stock ittici. La Regione Lazio ha approvato l'avviso pubblico finanziato con risorse PO FEAMP 2014/2020 a valere sulla Misura 1.40 del Reg. (UE) n. 508/2014; sono esclusi da tale avviso gli interventi sulle acque interne. Prima scadenza entro il 24 luglio. Destinatari e beneficiari della misura che stanzia complessivamente euro 427.926,15 sono pescatori; armatori di imbarcazioni da pesca iscritti nel registro delle imprese di pesca; consigli consultivi; organizzazioni di pescatori riconosciute; organismi non governativi in partenariato con organizzazioni di pescatori riconosciute dallo Stato membro; organismi scientifici o tecnici di diritto pubblico. Possono essere coperte le spese per interventi quali sistemi di raccolta, da parte di pescatori, di rifiuti dal mare (attrezzi da pesca perduti e dei rifiuti marini); contributo a una migliore gestione o conservazione delle risorse biologiche marine; gestione, ripristino e monitoraggio dei siti Natura 2000; gestione, ripristino e monitoraggio delle zone marine protette; progetti di consapevolezza ambientale che coinvolgano i pescatori nella protezione e nel ripristino della biodiversità marina; partecipazione ad altre azioni volte a mantenere e favorire la biodiversità e i servizi ecosistemici. L'investimento massimo ammissibile sarà pari a 100mila euro, mentre l'investimento minimo ammissibile sarà pari a 9 LEGENDA - Grado di anticipazione della notizia rispetto all'uscita in Gazzetta Ufficiale delle Comunità europee espresso in numero di stelle

Foto: Per domande o segnalazioni:cinziaboschiero@gmail.com