scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
20/07/2021

Fim Cisl: «La sicurezza sui luoghi di lavoro non è contrattabile»

QN - Il Resto del Carlino

Il consiglio generale della Fim Cisl Romagna, riunitosi presso la sede dello Ial di Cesenatico, ha affrontato il tema della sicurezza sul lavoro, anche a seguito dei due infortuni mortali avvenuti a Ravenna. «Già il 27 maggio avevamo proclamato alla Marcegaglia di Ravenna uno sciopero per far capire l'importanza della sicurezza sui luoghi di lavoro - dice il segretario generale della Fim Cisl Romagna, Davide Tagliaferri -, e lo sciopero su tutti i turni in seguito ai due terribile infortunio mortale. La sicurezza non è più contrattabile, servono controlli maggiori e una forte penalizzazione per le aziende che non rispettano i protocolli. Il consiglio generale si è fatto carico di un impegno sempre più incisivo del sindacato e dei delegati sindacali nelle aziende. Agire concretamente e tempestivamente sui problemi nelle aziende, costringendole a definire interventi risolutivi in modo condiviso e strutturato. L'impegno è quello di intervenire in tutte le aziende anche per contrastare gli effetti della ormai eccessiva frammentazione del mondo del lavoro che ha portato ad avere 'aziende nelle aziende', tramite il sistema degli appalti e dell'uso spesso esagerato di lavoro in somministrazione».