scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/07/2021

Fi-Pi-Li, via ai lavori ancora mesi di code

Il Tirreno - martina trivigno

Dopo la maxi-frana tra Ginestra Fiorentina e Lastra a Signa
Restano i dubbi sul futuro della gestione Avr: «Non sappiamo se ci ripresenteremo» MARTINA TRIVIGNO
2e ruspe riprendono a lavorare in Fi-Pi-Li, nel tratto tra Ginestra Fiorentina e Lastra a Signa, ma i nodi da sciogliere sono tanti. Troppi. Incombe l'ombra di Toscana strade spa, la società controllata (ancora da costituire) a cui la Regione Toscana vorrebbe affidare in esclusiva la gestione della superstrada. Ora, però, il bando per il Global service (la manutenzione ordinaria), la Città metropolitana di Firenze, concessionaria della Fi-Pi-Li, l'ha già inviato alla Gazzetta ufficiale e sarà pubblicato entro lunedì. Ma con un capitolato di gara di 8,4 milioni di euro rispetto ai 9,2 milioni di euro chiesti dalla Città metropolitana alla Regione Toscana, proproietaria della strada di grande collegamento. E con una durata di due anni più due (anziché otto, come l'ultimo bando). L'attuale gestore del Global service - Avr - non sa se si ripresenterà. «Il bando non è stato ancora pubblicato: faremo le nostre valutazioni e poi decideremo se partecipare o meno», dicono dalla società. Anche perché - ammette - i soldi per la manutenzione(10 milioni di euro) sono pochi. E il nuovo bando ne prevede ancora meno. TRA LASTRA E GINESTRA Ieri, intanto, gli operai di Avr sono tornati al lavoro, su quel cantiere avviato nel gennaio scorso, quando si verificò la (prima) frana in via Carcheri, e poi "abbandonato" in attesa della gara d'appalto per l'affidamento dei lavori che avrebbe richiesto mesi. Ma una crepa sull'asfalto ha rimesso tutto in gioco, consentendo alla Città metropolitana di "invocare" la somma urgenza e affidare direttamente i lavori ad Avr. «Quelli iniziati adesso - spiega l'architetto Riccardo Maurri , dirigente della direzione viabilità della Città metropolitana - sono una prosecuzione degli interventi avviati a gennaio. L'obiettivo è rimuovere tutte le condizioni di pericolo entro agosto. Subito dopo, ci muoveremo per ripristinare la carreggiata oggi in parte demolita. Riapriremo le quattro corsie entro il 21 settembre». E sarà bene perché quel tratto (ma non è il solo) è diventato l'incubo degli automobilisti. Con chilometri di coda e ingorghi ormai quotidiani. GLI INTERVENTI Le opere strutturali in cemento, le file di pali su cui, poi, si agganceranno le strutture in cemento armato: insomma, lo scopo è quello di fugare ogni rischio di cedimento del manto stradale. Mentre, a valle, i lavori serviranno per regimare le acque ed evitare così nuovi smottamenti. Gli operai di Avr lavoreranno tutti i giorni, in futuro anche di notte. Ma non succederà fino a quando la società non presenterà un piano esecutivo dei lavori. La prossima settimana, quella successiva al massimo. I FONDI PER LA SUPERSTRADA Per l'architetto Maurri, i circa quatto milioni di euro che la Regione ha stanziato per gli interventi nei due chilometri compresi tra gli svincoli di Ginestra Fiorentina e Lastra a Signa sono sufficienti per consolidare il versante devastato dalla frana. I quattro milioni della discordia, che hanno fatto volare scintille tra il sindaco di Firenze, Dario Nardella , e il presidente della Regione, Eugenio Giani . Con il primo che ha accusato il secondo di non aver ancora trasferito le risorse alla Città metropolitana. LA MANUTENZIONE Avr si prepara a fare i lavori in somma urgenza, ma sul suo legame con la Fi-Pi-Li regna l'incertezza con il contratto per la manutenzione ordinaria della superstrada in scadenza, il 30 settembre. «È stata stabilita una durata più contenuta del contratto - commenta l'architetto Faurri - perché sappiamo che l'intenzione dell'ente proprietario della Fi-Pi-Li, la Regione Toscana, è andare verso un modello di gestione diverso, Toscana strade spa. È una scelta politica». Il rischio è che l'appalto non sia più appetibile e che dopo il 30 settembre regni un caos ancora peggiore di quello attuale. - © RIPRODUZIONE RISERVATA

I PRINCIPALI GUAI DELLA FI-PI-LI NEL 2021

8 gennaio 2021 Frana in via di Carcheri tra Lastra a Signa e Ginestra Fiorentina, chiusa una carreggiata della superstrada 24 gennaio 2021 Si spacca un giunto del ponte tra Pontedera e Montopoli Valdarno, danneggiate 20 auto 8 giugno 2021 Nuova frana tra Lastra a Signa e Ginestra sempre nello stesso punto di cinque mesi prima 16 giugno 2021 di nuovo giunto rotto tra Pontedera e Montopoli, questa volta danneggiato un camion 18 giugno 2021 si apre una voragine profonda un metro nel tratto tra Ginestra e Lastra a Signa, Fi-Pi-Li chiusa per tutta la notte 4 luglio 2021 viene segnalata una crepa tra gli svincoli di Lavoria e Gello, chiusa in quel tratto per tutta la notte la superstrada 9 luglio 2021 cominciano i lavori per ripristinare la frana tra Ginestra Fiorentina e Lastra a Signa e per riaprire al traffico le quattro corsie