scarica l'app
MENU
Chiudi
06/12/2018

Favara, appalto truccato Slitta ancora la sentenza

Giornale di Sicilia

Documenti non si trovano
FAVA R A Ennesimo rinvio per acquisire i document i ritenut i dalla Corte di appello «indispensabili» per emettere il verdetto. Il processo è quello a carico di sei imput at i, scat urito dall ' operazione «Kainè t rapeza» su un presunto appalto milionario t ruccato al Comune di Favara. I giudici, prima della sentenza di secondo grado, vogliono fare maggiore chiarezza sull ' operazione che, il 10 agosto del 2012, ha port ato all ' acquisizione di document i e su una relazione di servizio che ha scandagliato un segmento dell ' indagine. A dist anza di olt re un anno dall ' ordinanza dei giudici, non sono st at i ancora t rovat i i document i alla Procura di Agrigento e il processo rest a fermo al palo. L ' inchiest a, il 7 febbraio del 2013, ha fatto scatt are t re arrest i. Gli imput at i dello st ralcio abbreviato sono i favaresi Michelangelo Palumbo, 50 anni, ritenuto un collaboratore dell ' impresa Gng; Antonella Nobi le, 41 anni, con lo stesso ruolo del primo; Gaet ano Lo Porto, 53 anni, considerato il t itolare di fatto dell ' impresa «Gl cost ruzioni«; Assunt a Caruana, 53 anni, amminist rat rice unica della stessa societ à; Antonio Iacolino, 61 anni, e il figlio Calogero, 30 anni. ( *G ECA* )