scarica l'app
MENU
Chiudi
18/02/2021

Fara, pubblicato il bando di gara Un appalto da 7,2 milioni di euro

Eco di Bergamo

Il Parking Fara va avanti. Nonostante le perplessità riportate alla ribalta da comitati, associazioni e anche esponenti di maggioranza, non c'è nessun ripensamento sull'opera. Dopo il via libera della Giunta Gori al nuovo progetto, il bando di gara della Bergamo Parcheggi è stato pubblicato lunedì sulla Gazzetta Ufficiale. Si cerca una nuova impresa (o raggruppamento d'imprese) che porti avanti il cantiere. Dopo la risoluzione consensuale del contratto d'appalto con la Collini, a fine 2019, e scartata l'ipotesi di uno scorrimento della precedente graduatoria, secondo il parere di Anac, interpellata da Palafrizzoni, la caccia è aperta.

Il termine per presentare le candidature è fissato per il 29 marzo alle 12. Il criterio di aggiudicazione è sulla base dell'«offerta economicamente più vantaggiosa», si terrà conto cioè della proposta migliore sotto il profilo tecnico, economico e dei tempi. I lavori ammontano a 7.222.952 euro (lievitati di circa un milione, per adeguamento al prezzario regionale) e prevedono «il completamento del parcheggio pubblico interrato in Città Alta, nell'area denominata Parco della Rocca-Ex Faunistico, costituito da nove piani interrati, di cui otto adibiti a parcheggio e un ulteriore livello dedicato ai locali tecnici, per capacità complessiva di 469 unità». Nel documento vengono citate due fasi di lavori: «Realizzazione delle strutture del parcheggio interamente in cemento armato gettato in opera e finiture interne, impermeabilizzazione, drenaggi e riempimenti sopra la copertura, completamento delle opere relative al collegamento con via Solata e sistemazione esterne di via della Fara». Si precisa inoltre che un eventuale divisione in lotti è a «insindacabile discrezione» di chi si aggiudicherà i lavori, «in ragione dell'unitarietà dell'intervento e della delicatezza delle modalità esecutive, scaturenti dalla particolare conformazione del sito».

La partita quindi è in mano a Bergamo Parcheggi, concessionaria dell'opera dentro le Mura, che è in corso di realizzazione su un'area di proprietà del Comune (che è anche socio minoritario della Bergamo Parcheggi, tramite la società 100% partecipata Atb). Il rapporto tra i due enti è regolato da una convenzione (che stabilisce anche le tariffe della sosta) ma la comunicazione va un po' a singhiozzo. L'assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla non era stato ancora informato della pubblicazione del bando ma alla notizia commenta: «Deo gratias». L'attesa è finita e si spera nella ripresa dei lavori. «Se tutto filerà liscio, si potrà ripartire tra fine giugno e inizio luglio», fa due calcoli Brembilla, tra i tempi di pubblicazione e le fasi di aggiudicazione. Gli imprevisti però, quando si parla di Parking Fara, sono dietro l'angolo, e quindi la prudenza non è mai troppa. In itinere c'è anche il ricorso al Tar di Brescia dell'impresa Fratelli Rota Nodari (terza classificata nella precedente gara) contro il Comune, proprio per la decisione di procedere con una nuova gara anziché scorrere la lista. Brembilla comunque conferma: «Non c'è nessun ripensamento sulla costruzione. Sarebbe folle, dopo aver speso tutti questi soldi, ricoprire gli scavi di terreno».Benedetta Ravizza