MENU
Chiudi
30/11/2018

Ex Pensilina gli esclusi dal bando fanno ricorso

Il Messaggero

IN GARA PER GESTIRE L'UFFICIO INFORMAZIONI ERA RIMASTA SOLO PROMOTUSCIA
TURISMO
Ufficio turistico, sull'affidamento ora pende un ricorso al Tar. La decisione era già nell'aria da alcune settimane, all'indomani dell'esclusione di uno dei due concorrenti alla gestione dello spazio ex Pensilina al Sacrario (nella foto). E ora è ufficiale: ieri il legale rappresentante dell'Ats, l'associazionte temporanea di scopo denominata Cuore d'Etruria (è formata dalla Proloco Viterbo in qualità di capofila, Confartigianato, gruppo Carramusa, un tour operator di Roma e una società di servizi informatici), ha depositato il provvedimento. Il Comune ha ora 14 giorni di tempo per rivedere la decisione e riammettere il gruppo, dopodiché saranno i giudici a metterci le mani, col rischio che tutto l'iter di affidamento si blocchi. Il bando - ereditato dalla passata consiliatura - è scaduto il 5 ottobre e il 1° novembre era previsto l'avvio del nuovo servizio. A un mese di distanza, al box informativo di piazza Martiri d'Ungheria continuano a fornire indicazioni ai turisti gli operatori della Promotuscia, la stessa che ha gestito il vecchio appalto, poi ottenuto la proroga fino a nuovo affidamento. E l'unica ad essere rimasta in lizza dopo l'esclusione di Cuore d'Etruria al momento della prima apertura delle buste - era il 29 ottobre - da parte degli uffici del Comune per valutarne la regolarità. A monte della bocciatura ci sono le modalità di costituzione dell'Ats indicate nella documentazione di gara, giudicate non conformi alle prescrizioni. «Ma la legge è dalla nostra parte: siamo certi - rivendica Irene Temperini, presidente della Proloco - di essere nel giusto. La bocciatura da parte del Comune è frutto di errori formali e sostanziali. Che la nostra associazione non abbia movimenti economici è la riprova che operiamo non per interessi personali». Gli esclusi, insomma, non hanno intenzione di mollare. «Ci siamo uniti per il bene della città e siamo un gruppo di professionisti. Viterbo ha bisogno di cambiare per crescere e non ci scoraggiamo: andremo avanti». Intanto, non è nota la data in cui la commissionie si riunirà per valutare il progetto della Promotuscia e affidare ufficialmente il servizio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore