scarica l'app
MENU
Chiudi
02/06/2020

Ex municipio, il bando uscirà a luglio

Il Gazzettino

SAN QUIRINO
«Il progetto va portato avanti. Il bando per l'affidamento dei lavori sarà pubblicato presumibilmente a luglio in modo da partire con il cantiere entro l'anno e arrivare alla conclusione dell'opera a settembre 2021, nei tempi ristretti che ci richiede la Regione». Gianni Giugovaz, sindaco di San Quirino, risponde con i dati all'attacco della Lega arrivato dal segretario Claudio Serafini. Il Carroccio ha dato il via ufficialmente alla campagna elettorale per le amministrative del 2021, dichiarandosi in aperto contrasto con la decisione dell'attuale Giunta di ristrutturare l'ex municipio per destinarlo a struttura per il co-abitare sociale con una decina di appartamenti per anziani autosufficienti. «Premesso che abbiamo già iniziato a ricevere delle richieste - prosegue il sindaco - questo progetto è già in una fase avanzata. Spostare tutto sulla proprietà Arcicasa (che dovremmo acquistare, teniamo conto che ora è oggetto di un contratto di affitto), significa far slittare il tutto non solo di mesi ma di anni, senza contare che non conoscendo l'immobile andrebbe riprogettato». La previsione di spesa è di 1,4 milioni di euro, di cui 800mila di stanziamenti regionali (vincolati all'uso per co-abitare sociale non tanto al luogo specifico) 600mila di fondi comunali. «Non si tratta solo di appartamenti (che servirebbero ad alleggerire l'occupazione della casa anziani) ma soprattutto di tutto il piano terra destinato a uffici e negozi, locali necessari per riqualificare la piazza. L'intervento di recupero dell'ex municipio dovrebbe stimolare a procedere con i lavori anche l'immobiliare Mima proprietario del resto dell'immobile attiguo» aggiunge il sindaco. L'accusa della Lega è che costruire alloggi per anziani autosufficienti non è il modo migliore per riqualificare la piazza, che necessiterebbe di altra utenza. «Dopo aver ricevuto l'offerta economica di Arcicasa avevamo chiesto un incontro al sindaco per discuterne e realizzare lì questo progetto. Ma non ho ricevuto risposta, il progetto è stato portato direttamente in consiglio» aveva tuonato Serafini. «Per mesi non abbiamo potuto convocare il Consiglio, era urgente approvare il bilancio, dove sono inseriti anche i soldi per l'intervento» replica il sindaco. (vs)