scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
25/05/2021

Ex Ilva, cambi d ‘ appalto senza licenziamenti

La Gazzetta Del Mezzogiorno

L AVORO L ' ANNUNCIO DELL ' USB. MA IL SEGRETARIO RIZZO DICE: «SUBITO UN CONFRONTO PER UNIFORMARE LE FORME CONTRATTUALI»
Con la mediazione dell ' Arpal, 59 lavoratori ex Semat Multiservizi vanno in altre aziende
l Con la mediazione dell ' Arpal (Agenzia regionale politiche attive del lavoro) della Regione Puglia, si è conclusa positivamente la trattativa per il passaggio di 59 lavoratori ex Semat Multiservizi ad altre aziende in seguito al cambio di appalto nello stabilimento Acciaierie d ' Italia (ex Ilva) di Taran to. Lo riferisce l ' Usb, precisando - in un comunicato inviato agli organi di informazione - che 23 lavoratori passano alla M.A.D. e all ' impresa D ' Onghia con lo stesso contratto Multiservizi, e i restanti 36 vengono assorbiti a tempo indeterminato dalla Cisa, che applica il contratto nazionale metalmeccanico. «Nessun lavoratore - aggiungono Franco Rizzo, coordinatore provinciale Usb Taranto; Egidio Murciano e Federico Cefaliello, responsabili Appalto Usb Taranto - perde il posto di lavoro, anzi viene garantito il contratto a tempo indeterminato anche ai quattro lavoratori che sino ad oggi erano assunti con contratto a termine». I rappresentanti sindacali spiegano che «la trattativa si è rivelata particolarmente complicata a causa dei diversi CCNL applicati all ' interno dell ' appalto Semat. Vista la moltitu dine di contratti nell ' appalto del Si derurgico, oggi non è più procrastinabile il confronto sulla esigenza di uniformare le forme contrattuali, prevedendo un contratto unico dell ' ap palto che abbia la retribuzione e le tutele del Ccnl Metalmeccanico ma anche la garanzia della clausola sociale art.4 prevista dal Multiservizi». Questo, concludono, «al fine di azzerare le differenze sul piano retributivo e garantire il transito di tutti i lavoratori nei cambi d ' appalto. La pro posta sarà presentata nel primo incontro ufficiale in sede ministeriale con Acciaierie d ' Italia». [Ag.]