scarica l'app
MENU
Chiudi
31/07/2020

Ex Dolma, un centinaio di nuove assunzioni con il «business park»

La Provincia Pavese - Stefania Prato

Discussione in Consiglio Nel nuovo insediamento logistico ci si occuperà dello stoccaggio dei prodotti Tigotà e Acqua & Sapone belgioioso
BELGIOIOSO.Un centinaio di nuove assunzioni e il ritorno a Belgioioso di una ventina di lavoratori che, un paio di anni fa, erano stati trasferiti in Oltrepo, nelle logistiche gestite dalla T.T. Europa Trasporti, società che ora ha acquistato l'area dell'ex Dolma. Qui, in questi 187mila metri quadri a ridosso dell'ex statale 234, che la TT Europa aveva già preso in affitto dal 2015 al 2018, nascerà un Business Park. Del nuovo insediamento logistico che si occuperà dello stoccaggio di prodotti Tigotà e Acqua&Sapone si è parlato nel consiglio dell'altra sera, su richiesta del gruppo di opposizione guidato da Piero Costa.Luigi Chiummarulo, presidente del consiglio d'amministrazione, ha spiegato i piani dell'azienda, indicato lavori e tempi, sottolineato come la nuova attività non determinerà un incremento significativo dei volumi di traffico e assicurato che la società si farà carico del progetto definitivo della tangenziale, pronto a ottobre. i lavoriI lavori dei nuovi capannoni saranno terminati nei primi sei mesi del 2021, anno in cui dovrebbero prendere il via le nuove assunzioni, un centinaio, stando a indiscrezioni. «Ancora non si conosce il numero, in quanto in Comune non è stato presentato alcun progetto, ma l'attività impiegherà nuovo personale - spiega il sindaco Fabio Zucca -. Comunque non ci sarà ulteriore consumo di suolo». L'intervento prevede l'abbattimento dei capannoni più vecchi e degli ex uffici e la realizzazione di nuovi magazzini. «Opere - precisa il sindaco - che consentiranno l'incasso degli oneri di urbanizzazione e il finanziamento del progetto della tangenziale che potrà essere direttamente utilizzato per la gara d'appalto». Il Comune, aggiunge Zucca, ha già raggiunto un accordo con Provincia e Regione in base al quale l'ente municipale si farà promotore della Valutazione d'impatto ambientale. «In questo modo - chiarisce - la stessa Regione, ma anche lo Stato e la Provincia, dovranno tener conto di un progetto fondamentale per tutta la Bassa pavese».«La situazione del traffico è critica e la tangenziale è indispensabile, a prescindere dall'ampliamento della logistica - sottolinea il consigliere Costa -. La società si è impegnata a redigere il progetto definivo che, secondo le dichiarazioni del sindaco, può consentire di avviare subito la gara d'appalto. L'auspicio è che la TT Europa, che ha sottoscritto con il Comune una convenzione della durata di dieci anni, realizzi gli interventi più significativi, con la costruzione del capannone più ampio, il più tardi possibile, quando ci saranno concrete speranze di realizzare la tangenziale. Altrimenti esiste il rischio reale di un collasso del traffico. Senza dimenticare che, fin quando non verrà realizzato il nuovo ponte della Becca, la provinciale 234 resterà congestionata». -- Stefania Prato