scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
19/02/2021

Ex cinema, lavori appaltati Cantiere al via a primavera

Corriere Adriatico

Nella platea del Concerto chiuso ormai da dieci anni sarà realizzato con fondi regionali un auditorium polifunzionale da 99 posti
L'impegno del sindaco Pugnaloni: «Ci siamo, riaprirà per il prossimo Natale»
IL PROGETTO
OSIMO La stazione unica appaltante della Provincia di Ancona ha aggiudicato i lavori per il restyling all'ex cinema Concerto connesso al polo bibliotecario dei frati minori conventuali. A vincere l'appalto, come per il bypass di Padiglione, è stata una ditta campana, questa volta un raggruppamento di imprese capeggiato dal Consorzio Stabile Campania con sede a Contrada, piccolo comune della provincia di Avellino.
La migliore offerta
La commissione aggiudicatrice ha ritenuto la sua come migliore offerta (ribasso del 27%) fra le 26 arrivate al bando chiesto dal Comune, con importo a basta d'asta di 400.529 euro. Il primo a dare l'annuncio sui social è stato il consigliere comunale dem Massimo Luna: «Continua il grande lavoro del Pd Osimo di ammodernamento culturale della città con questo nuovo contenitore di eventi culturali. Grazie al lavoro del sindaco e di tutti gli assessori che hanno creduto in questo progetto» riferendosi appunto alla riapertura dell'ex cinema dopo quasi 10 anni di abbandono. Pugnaloni poi conferma l'aggiudicazione dei lavori e promette che «finalmente ci siamo, il cinema per Natale 2021 riaprirà i battenti». Spiegando che dopo questa assegnazione serviranno «circa 60 giorni per controllare tutti i documenti e giungere alla sottoscrizione del contratto. Per la primavera l'avvio dei lavori».
Il sindaco evidenzia che «dopo anni di attesa, la nostra città avrà di nuovo un cinema che darà luce alla splendore del nostro amatissimo centro storico. Un lavoro di squadra assieme all'assessore alla cultura Mauro Pellegrini che premia la determinazione dell'amministrazione comunale che ha voluto fortemente il rilancio delle attività culturali ad Osimo». I 400mila euro di lavori appaltati sono fondi regionali destinati al Comune di Osimo nell'ambito dell'accordo di programma con i frati minori conventuali per la ristrutturazione e riconversione dell'ex Concerto. Come noto l'ex cinema e i locali ex banda sovrastanti sono stati ceduti dal Comune ai frati per 550mila euro, ma l'accordo prevedeva che l'ordine dei conventuali che presidia il vicino Santuario di San Giuseppe avrebbe lasciato una parte dello stabile (l'ex platea) in mano pubblica.
Il contenitore grezzo
Questa porzione di ex cinema è stata sistemata dai frati e consegnata al Comune come contenitore grezzo, il quale, con l'appalto chiuso nei giorni scorsi, verrà trasformato in auditorium polifunzionale da 99 posti, realizzato appunto con i 400mila euro regionali. Salvo imprevisti, entro fine anno l'auditorium sarà realtà mentre il resto dell'ex cinema che i frati trasformeranno nella biblioteca francescana più grande del centro Italia e in un piccolo ostello richiederà più tempo per tornare a risplendere.
Le grandi volte
In contemporanea ai lavori affidati alla Consorzio Stabile Campania per conto del Comune, i fratti dovranno comunque completare il camminatoio al piano terra che collega l'auditorium all'ascensore che sale verso la futura biblioteca. Ma non solo, dovranno realizzare due grandi volte che si apriranno all'adiacente mercato coperto creando una sorta di agorà verso l'ex cinema. Per fare il camminatoio e le due arcate però, i frati stanno attendendo il via libera della Soprintendenza su una modifica al progetto iniziale già approvato. «Siamo fiduciosi che presto arriverà il via libera» commenta il sindaco Pugnaloni.
Giacomo Quattrini
© RIPRODUZIONE RISERVATA