scarica l'app
MENU
Chiudi
05/02/2020

Ex Campomizzi, assolti Barattelli e Marinelli

Il Messaggero

LA SENTENZA
«Sono contento della sentenza d'Appello perché sancisce ancora una volta come il modello di ricostruzione dell'Aquila è pulito e ben riuscito». Così si è espresso l'imprenditore aquilano Ettore Barattelli che insieme al collega Enzo Romano Marinelli è stato assolto con formula piena dalla Corte d'Appello dell'Aquila nell'ambito della controversa e dibattuta inchiesta sui lavori di ristrutturazione dell'ex caserma Campomizzi, (per una somma di 11 milioni di euro) destinata dopo i tragici accadimenti legati al terremoto di 11 anni fa ad ospitare gli sfollati. Assoluzione che ha riguardato anche le due omonime società. «C'è grande soddisfazione per la sentenza ha detto l'avvocato Massimiliano Placidi legale di fiducia di Marinelli ma sei anni di sequestro preventivo delle somme da parte della Procura hanno messo in ginocchio la società, che non ha potuto godere degli appoggi delle banche né dei privati che hanno ritenuto di rivolgersi ad altre ditte edili. Il primo pensiero del mio assistito dopo la lettura della sentenza è stato rivolto alla quindicina di maestranze licenziate per le tali difficoltà. Con questa sentenza ha concluso l'avvocato Placidi si afferma il principio del ripristino della realtà evidente; Marinelli ha reso un servizio agli aquilani e agli sfollati». In primo grado i due imprenditori erano stati condannati ad un anno e mezzo di reclusione (Barattelli) e due anni di reclusione (Marinelli) accusati a vario titolo di truffa e turbativa d'asta. Gli stessi imputati hanno rinunciato alla prescrizione. Occorrerà del tempo per leggere i motivi della sentenza, ma sembra che abbia prevalso l'aver agito in rispetto di leggi sugli appalti che derogavano quelle ordinarie, come più volte evidenziato dalle stesse difese. La Corte d'Appello ha infine disposto il dissequestro delle somme confiscate, circa un milione e mezzo di euro. Gli imputati sono stati assistiti dagli avvocati Massimo Bevere (del Foro di Roma) Antonio Milo, (del Foro di Avezzano), Cesidio Gualtieri, Massimiliano Placidi e Fiorella Fischione questi ultimi tutti dell'Aquila.
© RIPRODUZIONE RISERVATA