scarica l'app
MENU
Chiudi
21/11/2019

Ex «Baraccamenti» assegnati i tre appalti

La Gazzetta Del Mezzogiorno

I CANTIERI DA APRIRE TRA GENNAIO E FEBBRAIO SI PARTE
IL PROGETTO La proposta tecnica è divisa in tre lotti e prevede la realizzazione di: un teatro; spazi per bambini e anziani, piazza e percorsi pedonali Sono in via di definizione i provvedimenti per l'aggiudicazione COSA SI È GIÀ FATTO È stata demolita la palazzina di via Di Palma n. 162 necessaria per l'opera Al lavoro per maxi cabina elettrica
FABIO VENERE l Ex Baraccamenti Cattolica, assegnati gli appalti. Nelle ultime ore, da quel che risulta alla Gazzetta , sarebbero state aggiudicate definitivamente le gare relative ai tre lotti in cui è diviso il progetto per la riqualificazione dell'area ex demaniale compresa tra le vie Leonida, Di Palma, Crispi e Principe Amedeo. Ora, così come prescrive il Codice degli Appalti, i rispettivi contratti dovranno essere firmati entro i 35 giorni successivi alle firme delle determine dirigenziali. Per questa ragione, è possibile che la sottoscrizione dell'intesa avvenga entro la prima decade di gennaio e che la sccessiva consegna del cantiere oscilli tra fine gennaio e i primi giorni di febbraio. Da quel momento in poi, potrà partire il tempo necessario per realizzare gli interventi. Che, considerati comunque i possibili imprevisti, non si dovrebbero ragionevolmente concludere prima di un paio di anni. Intanto, sono conclusi i lavori di demolizione della palazzina di via Di Palma n. 162 (preliminare agli interventi complessivi) mentre sono in via di conclusione quelli per la realizzazione della maxi cabina elettrica. Gli appalti, dunque. Per il lotto n. 1 relativo alla realizzazione del cosiddetto Teatro della musica, foyer , piccola sala concerti, bar e camerini erano pervenute 83 offerte. E, al termine delle valutazioni da parte della commissione stessa, il bando è stato vinto dalla società Gral Costruzioni srl di Bracciano in provincia di Roma per l'im porto contrattuale di 2 milioni 41mila euro in seguito al ribasso proposto del 31,83 per cento sull'importo definito a base di gara di 2 milioni 951mila euro. Il secondo lotto, invece, si riferisce alla realizzazione di laboratori d'arte e musica, «Museo dei bambini e delle bambine» e alla costruzione di un polo sociale con spazi per la Terza età e per i giovani. Anche in questo caso, il numero delle offerte ammesse al bando era stato di 83 e anche in questa circostanza la gara è stata aggiudicata alla società laziale «Gral Costruzioni srl» per un importo di 1 milione 708mila euro in seguito al ribasso proposto (ovvero, allo... sconto) del 31,52 per cento sull'im porto fissato a base della gara stessa pari a 2 milioni 455mila euro. Il terzo lotto, infine, è quello che prevede la realizzazione di aree esterne, piazza, verde e percorsi pedonali. In questo caso, in realtà, le offerte ammesse a partecipare sono state 91 e la gara è stata aggiudicata ad un'impresa di Taranto. Si tratta della «Co. De. Ca. Strade srl» per l'importo contrattuale di 1 milione 261mila euro in virtù del ribasso offerto del 32,28 per cento rispetto a quanto stabilito dal bando di gara ovvero 1 milione 837mila euro. .

Foto: MA SINO AL 2014 ERANO AREE DEMANIALI A sinistra, un'immagine raffigurante il progetto riservato alle aree esterne e alla piazza. In alto a destra, una parte del sito