scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
12/01/2021

Eventi culturali, sport cerimonie e congressi: 14 milioni dalla Regione

Eco di Bergamo - marco conti

Il bando Gli indennizzi per microimprese e autonomi di settori che registrano cali di un terzo del fatturato Tre «finestre» da lunedì per inviare richieste on line
Quattordici milioni di euro per i lavoratori autonomi con partita Iva non iscritti al Registro Imprese. È quanto prevede il secondo avviso di «Sì! Lombardia», bando regionale di incentivi per microimprese e autonomi colpiti dalle restrizioni imposte dal Covid-19.

Il contributo (mille euro) è a fondo perduto una tantum a titolo di indennizzo per la situazione di particolare disagio, senza vincolo di rendicontazione spese (tutti i requisiti saranno oggetto di autocertificazione), ai soli lavoratori autonomi non iscritti al Registro Imprese che hanno registrato un calo di fatturato di almeno un terzo da misurare sul periodo marzo-ottobre 2020, rispetto al medesimo periodo marzo-ottobre 2019. Requisito non è richiesto alle partite Iva attivate dal primo gennaio 2019. Sono quindi esclusi dal contributo i soggetti che svolgono attività in forma di impresa (come le ditte individuali), in quanto iscritti al Registro Imprese. Importante muoversi in fretta, perché le domande per accedere al contributo vanno presentate da lunedì 11 a venerdì 15 gennaio prossimo (entro le ore 17) in base alle seguenti tre finestre: 11 gennaio, dalle ore 11, le filiere «Eventi» (congressi, matrimoni, cerimonie, ect) e «Trasporti persone», a cui sono destinati quattro milioni di euro complessivi; dalle ore 15, le filiere «Sport e intrattenimento bambini» e «Attività culturali» (sei milioni); martedì 12 gennaio, dalle ore 11, commercio al dettaglio in sede fissa di abbigliamento e calzature, ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi e concerti, commercio effettuato per mezzo di distributori automatici, servizi degli istituti di bellezza e operatori del settore turistico (quattro milioni). Il pdf dell'«Avviso 2» con l'elenco completo dei codici Ateco è scaricabile al link: https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/imprese/imprese-commerciali/si-lombardia-avviso2.

Le domande vanno presentate esclusivamente via web nel portale «Bandi online» (www.bandi.regione.lombardia.it) tramite il Sistema pubblico di identità digitale (Spid: info al link: https://www.spid.gov.it/) o tessera sanitaria/carta nazionale dei servizi con il numero di identificazione personale (Pin). Per ottenere il Pin, occorre rivolgersi agli enti che hanno richiesto di poter erogare tale servizio, elencati al seguente link: https://www.dati.lombardia.it/Government/Sportelli-Rilascio-Pin-Cns/n96i-92ha. Non è invece possibile in questo caso utilizzare l'opzione con le credenziali di accesso diretto (nome utente e password). L'iter prevede di accedere come «cittadini» alla fase di compilazione della domanda. Importante verificare preventivamente con la propria filiale di credito il codice Iban da inserire nella domanda per consentire l'effettivo accredito del contributo. Le domande in possesso dei requisiti di ammissibilità sono finanziate secondo il loro ordine cronologico di invio telematico. Info sulla misura: email silombardia@regione.lombardia.it, tel. 800.318318 (rete fissa) e 02.32323325 (rete mobile). Assistenza tecnica su Bandi Online: tel. 800.131.151, email bandi@regione.lombardia.it. Info sul sito della regione: www.regione.lombardia.it.