scarica l'app
MENU
Chiudi
14/07/2020

Euganeo, lavori anticipati «Si partirà già a ottobre»

Il Mattino di Padova - Claudio Malfitano

Grazie al decreto Semplificazioni procedura accelerata per la gara d'appalto L'assessore Bonavina: «Recuperiamo i tre mesi persi con il Coronavirus» il restyling dello stadio
Claudio Malfitano«Più che decreto Semplificazioni potremmo chiamarlo decreto Euganeo». Non ha perso la voglia di scherzare con i nomi l'assessore allo sport Diego Bonavina. Un buonumore che deriva soprattutto dal fatto che il provvedimento del governo Conte, nato per sburocratizzare i cantieri e rilanciare i lavori pubblici, potrebbe dare una grossa mano al progetto di restyling dello stadio, evitando la gara d'appalto e accorciando i tempi dell'iter amministrativo di circa 3 mesi. A ottobre si potrebbe già partire con i lavori.La procedura negoziataIl decreto legge prevede infatti che sotto la soglia dei 5,2 milioni si possa evitare la gara d'appalto e utilizzare la procedura negoziata, cioè una procedura semplificata. In pratica anziché aprire a tutti la possibilità di fare un'offerta per aggiudicarsi i lavori, il Comune seleziona un minimo di 5 aziende edili e mette in comparazione solo le loro offerte. «Noi ne inviteremo di più, almeno dieci aziende - chiarisce subito Bonavina - Ma questo ci permetterà di essere più veloci nella valutazione e, probabilmente, anche di ridurre al minimo il rischio di contenziosi legali». Una bella spinta sull'acceleratore che gli uffici stanno studiando: «Ho chiesto di sospendere le procedure di appalto e martedì prossimo avrò un incontro con i tecnici per valutare il decreto appena approvato», annuncia l'assessore. una nuova curva sudUna volta scelta la ditta vincitrice e aggiudicati i lavori, trascorreranno appena 10 giorni prima di vedere i primi operai all'Euganeo.Il progetto esecutivo, che è la base per l'appalto, è stato approvato a inizio aprile. Prevede una nuova Curva Sud più vicina al campo da gioco (a 6 metri dalla linea di fondo) e con una capienza di 3.300 posti. L'intero stadio avrà in totale 28 mila posti. È un progetto che piace molto ai tifosi biancoscudati sia per l'effetto "catino" che per il gioco di forme e colori dei seggiolini che permetterà di formare la scritta in bianco e rosso "1910", anno di nascita del Calcio Padova.Alle spalle del nuova curva saranno realizzati, anche utilizzando la gradinata esistente, due palazzetti polifunzionali, uno dei quali dedicato al basket. Avranno circa mille posti ciascuno. Nei corpi laterali, che congiungono la curva alle tribune, troveranno spazio i servizi igienici e un bar. La nuova copertura garantirà protezione a tutta la curva e permetterà l'inserimento di un maxi-schermo.Il cantiere sarà compatibile con lo svolgimento delle partite casalinghe del Calcio Padova e del Campodarsego, che il prossimo anno utilizzerà l'Euganeo per la serie C. --© RIPRODUZIONE RISERVATA