scarica l'app
MENU
Chiudi
05/07/2019

Esternalizzato il servizio bibliotecario: andrà alla coop Le Pagine

QN - Il Resto del Carlino

BONDENO Il Comune ha impegnato 165.700 euro nella gestione, che sarà triennale. «La convenzione per l'affidamento scadrà il 31 dicembre 2021»
LA COOPERATIVA sociale Le Pagine gestirà la biblioteca e l'archivio storico di Bondeno. L'amministrazione comunale infatti, ha deciso che il servizio da sempre 'comunale' fosse esternalizzato in via sperimentale per almeno un biennio. C'è stata una gara d'appalto, e l'iter per l'affidamento esterno è stato avviato, prevedendolo nell'arco di tempo che va dal primo maggio al 31 dicembre del 2021. Il Comune ha impegnato 167.500 euro dalla voce di bilancio che indica 'Prestazione di servizi vari per la biblioteca'. Serve però tempo per i 'controlli propedeutici all'adozione dell'atto di aggiudicazione' che stanno seguendo, con minuziosa attenzione, gli uffici comunali dopo che la Centrale unica di committenza di Cento, al termine della gara d'appalto, ha trasmesso al Comune gli atti, tanto che per gestire la biblioteca, il comune 'proproga l'affidamento' per il terzo mese consecutivo integrando la spesa di 2.500 euro. Tre mesi che saranno scalati poi dalla cifra complessiva dell'appalto. L'affidamento, a seguito della trattativa diretta e l'atto di stipula, risale al 14 febbraio scorso. I risultati della gara e l'aggiudicazione del servizio sono state approvate, ma come si legge in una detreminazione appena bubblicata sull'albo pretorio «È ancora in corso l'iter dei controlli propedeutici all'adozione dell'atto di aggiudicazione definitiva ed efficace dei servizi per i quali si ipotizza - si legge a conferma - la probabile decorrenza non più dal primo luglio ma dal 1 agosto». Serve tempo, ma la strada è aperta, verso la gestione definitiva da parte della Cooperativa sociale Le Pagine che già in parte, gestisce alcuni servizi all'interno della biblioteca. La coooperativa, che opera da più di trent'anni nel territorio provinciale e nazionale, ha più di 150 soci e ha occupato in questi anni circa 220 lavoratori. Opera soprattutto in Emilia-Romagna ma anche in Veneto, Puglia, Marche e Lombardia con 72 dipendenti. Tra Bologna, Ferrara, Ravenna, Reggio Emilia, Modena, Rimini, Verona e Milano gestisce inoltre più di 70 archivi storici. Incomincerà la gestione totale del servizio a Bondeno, da agosto. Claudia Fortini © RIPRODUZIONE RISERVATA