scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
19/03/2021

Erogazione bonus affitti, fondi in arrivo e proteste sui ritardi Chiavari e Recco Filcams Cgil: «Chiarezza nell’appalto ristorazione alla Casa dei Marinai» camogli

Il Secolo XIX - D. BAD.-E. M.Rossella Galeotti

Rossella Galeotti / CamogliAppalto per il servizio di ristorazione alla Casa dei Marinai: Filcams Cgil Genova e Tigullio-Golfo Paradiso, con le due segretarie, Simona Nieddu e Antonella Ortelio, chiede «chiarezza nella gara, trasparenza e garanzie per tre addetti della Elior che rischiano il posto di lavoro». La preoccupazione del sindacato è espressa in una nota: «Ennesimo appalto, pubblico ennesimo problema». Nel caso dell'istituto camogliese l'appalto che era in scadenza già alla fine di febbraio». Dal novembre 1933 la Casa dei Marinai, intitolata all'ammiraglio Giovanni Bettolo, è di proprietà dell'Inps. «L'Istituto di previdenza ha attivato una prima procedura di gara per poi annullarla e riformularne un'altra sull'esito della quale non abbiamo alcuna contezza», dice Antonella Ortelio. Il timore, sostengono voci di corridoio, è che la preparazione dei pasti venga assegnata a una realtà esterna e la somministrazione a infermiere e oss. «Non sapendo il nome di un'eventuale azienda subentrante non siamo in condizioni di poter procedere a un eventuale cambio di appalto nei termini previsti dal contratto collettivo e il futuro delle tre lavoratrici quindi, incerto - aggiunge Ortelio -. Ciò che sappiamo con certezza è che il servizio, a oggi, è gestito in proroga dalla Elior e che scadrà il 22 marzo. Non abbiamo mai ricevuto alcun riscontro formale neanche alla richiesta di accesso agli atti relativi alla gara d'appalto fantasma che abbiamo inviato all'Inps in qualità di stazione appaltante e alle successive operazioni quantomeno discutibili di cui siamo venuti a conoscenza sempre in via informale e grazie al nostro costante pressing».Filcams Cgil è scesa in campo da tempo per tutelare le tre dipendenti della Elior che lavorano alla Casa dei Marinai perché, sottolinea Ortelio, «da sempre mettiamo in atto tutte le azioni possibili per intervenire preventivamente alle procedure di gara attraverso una contrattazione che garantisca trasparenza e il mantenimento dell'occupazione. Ciò che riscontra spesso, e certamente nel caso della Casa dei Marinai di Camogli, è, invece, la scarsa chiarezza, il non coinvolgimento delle organizzazioni sindacali da parte della committenza pubblica e, di conseguenza, la costante incertezza sul futuro occupazionale dei lavoratori. L'Inps, contattato dal Secolo XIX, fa sapere di non avere dichiarazioni da rilasciare. --