MENU
Chiudi
29/11/2018

Ennesimo vertice sull’ospedale Nuova palazzina: cantiere nel 2020

QN - La Nazione

I LAVORI per la palazzina che potenzierà la capienza dell'ospedale Santo Stefano partiranno nel 2020 per terminare nel 2023. Il cronoprogramma per una delle grandi opere da tempo attese in città è stato ribadito nel corso di un incontro, che si è tenuto in palazzo comunale, fra Asl ed amministrazione comunale. Un'occasione data dall'arrivo dei dieci milioni di euro stanziati dal Governo attraverso il Cipe (il Comitato interministeriale per la programmazione economica ha concesso dieci milioni di euro, somma che va aggiunta ai 2 milioni e mezzo della Regione Toscana, ndr) e resasi necessaria per ribadire l'urgenza di un intervento, che porterà all'attivazione di 112 posti letto in più, ritenuti necessari per un miglior funzionamento del «Santo Stefano». ALL'INCONTRO hanno partecipato il sindaco Matteo Biffoni, l'assessore Luigi Biancalani, il direttore generale dell'Asl Paolo Marchese Morello e il tecnico dell'azienda sanitaria Toscana Centro, ingegner Gianluca Gavazzi, oltre a Nicola Ciolini, consigliere regionale Pd e membro della commissione regionale sanità. Un confronto utile anche per accelerare i tempi sulle varie fasi di progettazione e assegnazione dei lavori. Secondo quanto è emerso al termine della riunione in palazzo comunale, prima di Natale l'Asl potrà procedere con il bando per il progetto esecutivo. Chi si aggiudicherà l'incarico, secondo i tecnici dell'Asl, dovrebbe impiegare tre mesi per elaborare il progetto esecutivo dell'opera. Il che significa che a primavera potrà finalmente prendere il via il percorso che porterà alla gara d'appalto. Gara d'appalto che sarà a carattere europeo, visto il costo elevato della palazzina. I tecnici dell'Asl intendono accorciare i tempi e puntano a pubblicare la gara in estate. LA SPERANZA espressa da tutti è che non ci siano problemi di carattere burocratico e che non ci siano intoppi (esempio ricorsi), come è già successo per l'abbattimento del vecchio ospedale Misericordia e Dolce, amplificando così i tempi. Se il procedimento si svolgerà in modo normale, il cantiere per la costruzione della palazzina esterna all'ospedale potrà essere aperto ad inizio 2020. C'è da aspettare ancora un anno, quindi, prima di vedere i muratori al lavoro. L'idea è di procedere poi spediti con il cantiere e con la sua chiusura, come promesso, nel 2023. Sara Bessi

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore