scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
23/06/2021

Emergenza casa: mezzo milione di euro per pagare gli affitti L’assessore Giorgi: «Viviamo un momento delicato, giusto che il Comune intervenga per aiutare le famiglie» I contributi

Il Secolo XIX - Marco Toracca

Marco Toracca / La SpeziaVia libera al bando affitti 2021. Il Comune della Spezia ha dato l'ok ieri mattina nel corso della riunione di giunta al concorso per "Contributi per sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione" in pubblicazione dal primo luglio prossimo con un fondo complessivo di 446 mila 847 euro. «Si tratta di quasi mezzo milione di aiuti per pagare il canone di affitto - dice Pierluigi Peracchini, sindaco della Spezia - un'azione sociale concreta a sostegno delle famiglie, ancora più importante in questo momento di grave difficoltà dettato dalla crisi dell'emergenza sanitaria Covid-19». Aggiunge Peracchini: «L'attenzione per il sociale è continua e si unisce alla recente proposta di un asilo operativo fino alle 19 per aiutare le mamme che lavorano e ai i tagli del 23 per cento per le rette di asili nido e refezione scolastica».Bando e requisiti verranno pubblicati nei prossimi giorni sul sito del Comune della Spezia con le domande che saranno raccolte dal portale web di Spezia Risorse, la partecipata del Comune che si occupa di riscossione fiscale. Da segnalare che il contributo teorico erogabile è pari al 40% del canone di locazione riferito all'anno 2020. «Il contributo minimo ammissibile è pari a 500 euro quello massimo non potrà superare 2 mila 400 euro attraverso la ripartizione del montante tra i concorrenti», sottolinea una nota esplicativa del Comune diffusa nella giornata di ieri e dedicata agli aspetti strettamente tecnici dell'operazione.Dice Giulia Giorgi, assessore municipale ai Servizi Sociali e vicesindaco della Spezia: «Si tratta di un altro tassello importante per cercare di aiutare i cittadini a sostenere il pagamento degli affitti. Sappiamo quanto sia delicato il quadro generale, soprattutto in un momento come questo dove in tantissimi hanno risentito le conseguenze negative dell'emergenza sanitaria e sociale. Aiutare le aree di fragilità il più possibile garantendo e aiuti e contributi all'abitare è un modo per cercare di intervenire». Prosegue Giorgi: «Sottolineo che in questi ultimi diciotto mesi il Comune ha garantito aiuti per gli affitti per più di 1 un milione e 400 mila euro agli spezzini».Tornando agli aspetti tecnici dopo la registrazione sul sito di Spezia Risorse sarà possibile fare domanda seguendo le indicazioni tecniche con l'entità del contributo andrà in compensazione della morosità accumulata nei primi cinque mesi dell'anno 2020. Da segnalare che l'emergenza casa è una delle più delicata del momento. Nei giorni scorsi durante una delle commissioni di lavoro del consiglio comunale il rischio di una bomba sociale nel settore è stato al centro di un vertice cui ha preso parte anche la Caritas diocesana. È in particolare il nodo dell'eventuale termine del blocco degli sfratti a far temere il peggio come del resto sottolineava in quella riunione lo stesso assessore Giorgi annunciando proprio il bando affitti tra le misure di sostegno da mettere in campo.Da Spezia Popolare osserva però Alberto Turini, coordinatore cittadino del movimento con una nota stampa nel pomeriggio di ieri: «Annunciando il contributo affitti il sindaco della Spezia usa toni entusiasti tralasciando l'aspetto non trascurabile che i fondi non escono dalle casse del Comune. Si tratta, in realtà, di un trasferimento dallo Stato in base alla legge 431 del 1998 e dedicata proprio al sostegno alle abitazioni in locazione».--© RIPRODUZIONE RISERVATA