scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
16/03/2021

Edilizia popolare pronto il bando per 12 nuovi alloggi

La Gazzetta Del Mezzogiorno

NORDBARESE PROVINCIA BISCEGLIE SI TRATTA DI PICCOLI APPARTAMENTI PER 3 OPPURE 4 PERSONE
l BISCEGLIE. È stato approvato dal Comune di Bisceglie il bando di concorso per la formazione di una graduatoria da utilizzare per l'assegnazione, in locazione permanente, di 12 alloggi di Edilizia Residenziale Sociale (ERS) in via degli Aragonesi, realizzati con l'Accordo di Programma sottoscritto nel 2011. Gli alloggi saranno locati con un contratto a canone calmierato della durata di 15 anni (salvo rinnovo). Il limite minimo di reddito fissato è di 12.000,00 euro, quello massimo pari a quello fissato dalla Regione Puglia. Si è stabilita la riserva, fino al 50% degli stessi, ai dipendenti appartenenti ai corpi militari prestanti servizio nel Comune di Bisceglie ma residenti in altro Comune. Si è inoltre stabilito, che potranno partecipare al bando i nuclei familiari composti da massimo 3 componenti avendo nella disponibilità 12 alloggi la cui superficie utile è pari a circa 60,00 mq. Come previsto, in deroga potranno partecipare al bando anche i nuclei familiari composti da 4 componenti, a condizione che sia accettata e sottoscritta la dichiarazione di sovraffollamento dell'alloggio. Il bando va sottoposto alla concertazione con le organizzazioni sindacali confederali e quelle degli inquilini ed assegnatari più rappresentative. Una storia che parte da lontano. Nel 2009, infatti, la Direzione generale della Asl-Bt richiese al Comune di Bisceglie l'assegna zione di un suolo al fine di realizzare una struttura per l'assistenza extra ospedaliera. L'amministrazione comunale individuò per le finalità e gli obiettivi della Asl-Bt il suolo compreso tra via degli Aragonesi, via Bovio e l'Ospedale "Vittorio Emanuele II". Al fine di acquisire bonariamente la cessione dell'area in questione, ricorse l'opportunità di perseguire la procedura di un "Accordo di Programma" col quale, la parte di superficie non interessata dalla struttura sanitaria potesse essere utilizzata a scopi edificatori. Il Comune e l'As sessorato regionale valutarono la proposta addivenendo alla procedura dell'Accordo di Programma. Pertanto furono invitati i proprietari dei suoli ad esprimere un assenso alla proposta esplicitata dal Comune che fu condivisa con l'Accordo di Programma, all'interno del quale era compresa, a carico dei privati che ottenevano i vantaggi urbanistici della ritipizzazione dei suoli, la realizzazione di 12 alloggi di Edilizia Residenziale Sociale. Tali alloggi risultano già edificati e trasferiti nel patrimonio comunale con atto notarile. Si tratta di "al loggi sociali", ovvero di unità immobiliare adibita ad uso residenziale in locazione permanente che svolge la funzione di interesse generale, nella salvaguardia della coesione sociale, di ridurre il disagio abitativo. Luca De Ceglia . ISCEGLIE Una veduta di via degli Aragonesi