scarica l'app
MENU
Chiudi
16/01/2020

Edilizia, la sinergia si espande «per dare più forza alla legalità»

Brescia Oggi

NEI CANTIERI. A Palazzolo la sigla della prima intesa in provincia con Ance, Cape e sindacati
Zanni: «Con il rispetto delle regole concorrenza ok» Rizzinelli: «Vantaggi per tutti con più trasparenza» Il sindacato: «Garanzie per la sicurezza sul lavoro»
Il protocollo d'intesa, su legalità e trasparenza in edilizia, esce dai confini della città e - dopo l'intesa con Loggia, Provincia, prettura e professionisti - arriva a Palazzolo sull'Oglio per «fare scuola»: è stato siglato, in Comune, dal sindaco Gabriele Zanni, con i vertici di Ance, Cape, Fillea-Cgil Brescia e Valle Camonica-Sebino, Filca-Cisl e Feneal-Uil di Brescia. Il sindaco ha sottolineato «che il rispetto delle regole garantisce concorrenza alle imprese, prevenendo infiltrazioni a tutela della sicurezza». Fabio Rizzinelli, vicepresidente di Ance Brescia, ricordando l'impegno di Zanni, presidente dell'ACB, ha spiegato che il Collegio Costruttori «punta sulla 'triangolazione' tra imprese, sindacati e Amministrazioni con un protocollo snello che consente scambi rapidi di informazioni. Favorire trasparenza e legalità assicura vantaggi a tutti e consente di prevenire la corruzione nel settore. Ance Brescia è, impegnata a fare sistema con realtà professionali e istituzionali».Raffaele Collicelli, leader della Cassa Edile di Brescia, ha evidenziato che il documento, consente di intervenire su violazioni contributive e assicurative, agevolando il rispetto del contratto collettivo di lavoro. «Brescia, dopo Milano, è la provincia più esposta, con 3.290 cantieri per opere pubbliche e 7.467 imprese edili, di cui 5.358 applicano il contratto - ha ricordato -. Questa intesa, impostata sul dialogo, tutela sicurezza e welfare. La banca dati Cape fornirà un esaustivo e puntuale riscontro della regolarità contributiva delle aziende, accertata per mezzo del Durc».SARA PIAZZA, leader della Filca-Cisl Brescia, affiancata dai vertici di Feneal-Uil (Raffaele Merigo, segretario generale) e Fillea-Cgil (Fabio Mascia della segreteria di Brescia, Domato Bianchi al vertice in Valle) ha rimarcato che «il protocollo punta su un controllo mirato e condiviso per garantire con la regolarità la sicurezza dei lavoratori e contrastare chi opera al risparmio a danno della tutela della salute». Dal sindacato anche piena condivisione dell'obiettivo di estendere l'accordo in provincia. Prima della firma il sindaco Zanni ha concluso che «in attesa di risposte chiare e applicabili della normativa sugli appalti pubblici, il sistema edile bresciano e alcune istituzioni della provincia si stanno muovendo, autonomamente, con proposte per fronteggiare i principali problemi della filiera, dai cantieri fantasma agli infortuni». © RIPRODUZIONE RISERVATA