scarica l'app
MENU
Chiudi
18/07/2020

Ecobonus e sussidi, il decreto è legge

Corriere della Sera - pagina a cura di Claudia Voltattorni

Risorse per il lavoro, per la sanità, per le imprese Il dl Semplificazioni firmato da Mattarella
Roma Un decreto diventato legge (dopo mesi di gestazione). Un altro pubblicato in Gazzetta Ufficiale (nove giorni dopo l'approvazione «salvo intese» del Consiglio dei ministri). «L'Italia deve correre» dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte: «Non è questo il tempo dei rinvii, ma delle decisioni». Finalmente così, dopo mesi di annunci, stop e ripartenze, ieri il Senato ha dato il via libera definitivo al decreto Rilancio (a due giorni dalla sua scadenza) sul quale il governo aveva posto la questione di fiducia. Con 159 sì e 121 no, la maximanovra da oltre 55 miliardi è diventata legge dello Stato. Era attesa da tempo da famiglie, imprese e lavoratori travolti dalla crisi economica provocata dall'epidemia di Covid-19. Centinaia le misure studiate per far ripartire l'economia italiana che si aggiungono a quelle dei decreti varati in piena emergenza (Cura Italia e Liquidità) portando uno stanziamento complessivo di 75 miliardi di euro, «pari a 5 volte l'ultima legge di Bilancio», sottolinea il viceministro dell'Economia Antonio Misiani.

Arrivano dunque risorse per il lavoro (oltre 25 miliardi, tra sussidi, bonus e congedi), per la sanità (oltre 3,5 miliardi per assunzioni, premi, borse di studio), per la scuola (1,6 per il ritorno in classe a settembre). E poi fondi per le imprese e tanti bonus che vanno dall'attesissimo superbonus 110% agli ecobonus auto e bici. Ma il decreto stanzia anche 3 miliardi per Alitalia e 5 miliardi per rilanciare il turismo, di cui 2,4 destinati al bonus vacanze.


Ma ieri è stata anche la giornata del decreto Semplificazioni, «la madre di tutte le riforme» lo chiama il premier Conte. Dopo giorni di attesa e accuse di ritardi dalle opposizioni, il testo approvato «salvo intese» nella notte dello scorso 7 luglio dal Consiglio dei ministri è stato firmato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella prima della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale . Il decreto prevede misure sulle grandi opere da sbloccare (con relativa nomina di commissari straordinari), nuove norme sugli appalti e sull'abuso di ufficio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

55


Foto:

è il valore complessivo degli interventi previsti dal decreto Rilancio che ieri è diventato legge. La manovra è stata messa in campo dal governo per fronteggiare l'impatto economico della pandemia