scarica l'app
MENU
Chiudi
20/11/2020

Ecco il piano: appalti, aiuti e zero fisco

Il Giornale - Fabrizio de Feo

LA RICETTA DI FORZA ITALIA all'interno
Forza Italia mette al lavoro i suoi 27 dipartimenti e presenta le proprie proposte, otto punti cardinali intorno ai quali costruire la prossima legge di bilancio: tutelare la salute, salvare le imprese, un nuovo patto per creare lavoro, aiutare le famiglie e rilanciare la scuola, un nuovo patto fiscale, un Piano Casa e un Piano periferie, il reddito di ripartenza (...) segue a pagina 6 dalla prima pagina (...) per gli autonomi, superbonus, appalti e zero burocrazia. Sono questi i «chiodi» del pacchetto presentato da Forza Italia via Zoom e chiamato da Silvio Berlusconi una Bussola per il Paese , uno strumento con cui provare a superare la nuova crisi economico-sanitaria da seconda ondata Covid. La premessa è che il governo ha presentato una manovra minimalista e senza alcun senso di visione. «Il 18 ottobre spiega Renato Brunetta, responsabile economico di Forza Italia - il governo aveva approvato "salvo intese" un testo di legge di bilancio; è passato un mese e il testo attuale presenta una sostanziale coincidenza nei contenuti e nelle risorse stanziate. Invariati sono gli errori, invariato è il carattere minimalista, invariata l'inadeguatezza della manovra. Dico, perciò, che occorre riscrivere insieme la legge di bilancio, maggioranza e opposizione, perché se si dovrà votare un nuovo scostamento, questo comporterà la riscrittura del testo, ma non per disperdere in provvedimenti inutili l'azione del governo, ma per rispondere a un unico obiettivo: garantire tutti alla stessa maniera, senza che vi siano italiani di serie A o di serie B. Per questo, Berlusconi ha proposto di lavorare insieme in tutta questa sessione di bilancio, a partire dall'istituzione di un doppio relatore (uno di maggioranza e uno di opposizione), per realizzare un grande New Deal per salvare il Paese. Noi siamo disponibili a tutto questo». C'è anche il tasto europeo e i ritardi di pianificazione del governo su cui Forza Italia batte con forza. Sul Recovery plan «il governo è in forte ritardo. Chiediamo una bicamerale per scrivere le proposte da presentare all'Europa, per usare nel migliore dei modi i fondi comunitari», chiede Antonio Tajani. Di queste risorse «abbiamo bisogno per sostenere imprese e famiglie, cerchiamo di tutelare coloro che sono stati dimenticati in questa fase, piccole imprese e partite Iva che non hanno bisogno di ristori ma di risarcimenti». Il vicepresidente di Forza Italia chiede anche di «usare al massimo tutti gli strumenti comunitari», ribadendo la necessità di «sospendere subito le nuove regole sugli accantonamenti di capitale previsti per le banche sui crediti deteriorati». La proposta quadro di Forza Italia si orienta sulla predisposizione di un unico decreto che faccia da cornice per tutti i risarcimenti attivabili da parte di tutti coloro che si ritrovino, chi prima, chi dopo, in condizione di sofferenza economica e a rischio chiusura. Sul fronte dell'occupazione gli azzurri suggeriscono la riduzione del 100% del cuneo fiscale sulle buste paga per almeno 5 anni per le assunzioni a tempo indeterminato. Per quanto riguarda la burocrazia, la richiesta è di prorogare fino al 2024 il superbonus 110%. In tema di salute si ritorna a guardare all'Europa, con la richiesta di attivazione delle risorse del Fondo Salva Stati (Mes) e un grande programma di investimenti nel settore sanitario. Massima attenzione anche sul rilancio della scuola, investendo nell'edilizia scolastica e sulla didattica a distanza. «Siamo pronti a fare da safety car al governo, ma occorre che ci mettano nelle condizioni di farlo. Non cerchiamo un dividendo elettorale, ma vogliamo metterci al servizio del Paese», dice Anna Maria Bernini. Mariastella Gelmini ribadisce la necessità di un semestre bianco fiscale. «Basta disperdere i soldi in mille rivoli. I risarcimenti devono seguire due parametri chiari: i costi fissi, che vanno assolutamente coperti, e una consistente percentuale del fatturato perso. Regole semplici e automatismi». La chiosa finale è di Andrea Mandelli: «Da Forza Italia è giunta una serie di proposte concrete di ampio respiro per fronteggiare l'emergenza e rilanciare il Paese. Ora non ci sono più alibi: il governo ha l'occasione per avviare un confronto vero su temi fondamentali».

Foto: CONCRETO Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia. Davanti ai forti ritardi del governo sul Recovery plan -ha detto Tajani «chiediamo una bicamerale per scrivere le proposte da presentare all'Europa, per usare nel migliore dei modi i fondi comunitari» In mano tiene la ricetta economica di Forza Italia MINACCE BR ALLA SEDE AZZURRA Una lettera di minacce, firmata dalle Brigate Rosse, è stata recapitata nella sede di Forza Italia a Roma. Gli azzurri annunciano di aver presentato una denuncia alle forze di polizia