scarica l'app
MENU
Chiudi
30/06/2020

Ecco come cambiano tutte le procedure per aggiudicarsi i lavori

La Nuova Venezia

Cambieranno le procedure di aggiudicazione degli appalti delle opere pubbliche, che fino al 31 luglio 2021, in nome dell'emergenza sanitaria, potranno essere affidate direttamente se di importo inferiore a 150.000 euro (oggi solo 40mila). Per le opere al di sotto della soglia comunitaria si potrà procedere senza bando consultando almeno 5 operatori. Per opere di importo grande ("sopra soglia") o di specifiche opere di rilevanza nazionale (indicate in un Dpcm) le amministrazioni appaltanti avranno poteri straordinari in deroga alle procedure ordinarie (salvo quelle penali), ricorrendo a un articolo del Codice degli appalti. Per «interventi infrastrutturali caratterizzati da un alto grado di complessità progettuale, da una particolare difficoltà esecutiva o attuativa, da complessità delle procedure tecnico-amministrative ovvero che comportano un rilevante impatto sul tessuto socio - economico del territorio», saranno nominati Commissari straordinari. --© RIPRODUZIONE RISERVATA