scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/07/2021

Ecco 185mila euro da investire per l’innovazione digitale

Il Tirreno - Francesca Lenzi

Il bando regionale è destinato alle piccole e medie imprese e ai professionisti dei comuni di Livorno, Collesalvetti o Rosignano: come riuscire a ottenerli Domande aperte per partecipare
LIVORNO. Sono 185mila euro i soldi a disposizione del bando regionale per la Micro-Innovazione Digitale, rivolto alle piccole e medie imprese e ai professionisti di Livorno, Collesalvetti e Rosignano marittimo.Parliamo di risorse assegnate dall'accordo di programma per l'area di crisi complessa, nell'ambito del "Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del Covid-19".Dallo scorso 8 luglio è possibile presentare la richiesta di finanziamento.«La speranza è che queste risorse possano essere utilizzate appieno e che ulteriori richieste possano essere presentate dal 20 settembre, quando si avrà un nuovo bando finanziato direttamente dall'amministrazione comunale e destinato a imprese e professionisti di Livorno», il commento dell'assessore al lavoro, Gianfranco Simoncini. OBIETTIVIIl bando punta a sostenere le imprese e i professionisti dei Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo per la realizzazione di progetti in attività di innovazione digitale attraverso l'acquisizione di servizi innovativi di supporto ai processi di trasformazione digitale delle imprese.CHI PUÒ FARE DOMANDALe micro, piccole e medie imprese, in forma singola o associata, iscritte alla CCIAA, lavoratori autonomi, professionisti. Il progetto deve prevedere l'attivazione di servizi per un valore non superiore a 60mila euro; possono essere combinati con altra tipologia di servizi ma la spesa massima non può superare i 100mila euro, e il servizio digitale deve rappresentare almeno il 51per cento del costo complessivo del progetto.DURATA 12 mesi dalla pubblicazione dell'atto di concessione dell'agevolazione sul BURT.COME FARE DOMANDALa modalità di presentazione della richiesta è esclusivamente on line fino ad esaurimento delle risorse, con registrazione d'identità digitale al sistema informatico di Sviluppo Toscana Spa Accesso Unico (https://accessosicuro.sviluppo.toscana.it).COME ARRIVANO I SOLDIDi norma nella forma di voucher. L'erogazione dell'aiuto avviene, di norma, nella forma di voucher. La domanda di erogazione può essere a titolo di anticipo, di SAL entro 6 mesi e per importo non inferiore al 50 e non superiore all'80 per cento) o di saldo occorre presentare relazione delle attività svolte e rendicontazione di spesa asseverata al revisore legale. L'anticipo è subordinato alla presentazione contestuale di una garanzia fideiussoria. SUPPORTOImprenditori e professionisti possono rivolgersi allo Sportello Imprese del Polo Livornine 2030 per un aiuto nella presentazione delle richieste. --Francesca Lenzi© RIPRODUZIONE RISERVATA