scarica l'app
MENU
Chiudi
04/03/2019

E TRE. La tormentata assegnazione dell’appalto per…

QN - La Nazione

Demolizione ex ospedale Tormentone senza fine
E TRE. La tormentata assegnazione dell'appalto per la demolizione del Misericordia e Dolce non trova ancora la parola fine. Anche il raggruppamento di imprese, che si è piazzato al secondo posto nella classifica della gara per l'affidamento del lavoro da oltre 5 milioni e mezzo di euro, non va bene. Dalle verifiche delle carte, eseguite dall'ufficio tecnico dell'Asl Toscana Centro, è emersa una dichiarazione mendace da parte di una delle aziende ausiliarie. Una dichiarazione non veritiera che ha portato automaticamente al decadimento della fiducia da parte dell'ente appaltante verso le aziende (Del Debbio, Ciclat Val di Cecina, Gruppo Sei Srl) che si erano ritrovate a prendere il testimone del primo raggruppamento escluso. Il «peccato originale» è indicato da molti nel nuovo Codice degli appalti, troppo complicato e scivoloso, troppo poco chiaro o troppo poco comprensibile da parte di chi poi deve presentare tutta la documentazione. Fatto sta che in entrambi i casi le aziende hanno commesso lo stesso errore. Superficialità nel considerare la normativa degli appalti? Adesso staremo a vedere se ci sarà ancora un ricorso al Tar, si attende la sentenza del primo ricorso e si aspettano le risultanze delle verifiche dei documenti del terzo blocco di aziende.