scarica l'app
MENU
Chiudi
19/03/2020

È già crisi, Conte chiede alla Ue i Covid Bond

QN - Il Giorno

di Claudia Marin ROMA Il premier Giuseppe Conte pronuncia ufficialmente la parola-chiave in un video-consesso con tutti i leader dell'Unione e rompe un tabù: per fronteggiare l'emergenza servono i Coronavirus Bond (Covid Bond) o, in alternativa, un Fondo comune di garanzia. Insomma, serve uno strumento di finanziamento che abbia dietro non i singoli Paesi, con i loro debiti, ma tutta l'Europa. «Se procederemo divisi - avvisa il premier - la risposta sarà inefficace e questo ci renderà deboli ed esposti alle reazioni dei mercati». Dunque, in vista dell'operazione-rilancio in programma (al momento) per aprile, ci si deve muovere uniti secondo la logica del whatever it takes, col massimo utilizzo possibile delle risorse europee. Una logica che, almeno sulla carta, l'Eurogruppo dell'altro giorno sembra avere condiviso. Le parole di Conte arrivano nel giorno in cui il decretone del governo anti-Coronavirus è alle limature finali prima della pubblicazione in Gazzetta. E l'opposizione, Matteo Salvini in testa, si arrabbia e dice no alla norma sulla detenzione domiciliare per i detenuti. Circa 3mila carcerati con meno di 18 mesi di pena, infatti, potranno uscire dalle celle per scontare ai domiciliari il residuo di condanna. Ma dalla Lega non ci stanno: «È un indulto mascherato che premia i rivoltosi». Contrari anche i sindacati di polizia, che parlano di «rabbia e voglia di dimissioni» tra gli agenti penitenziari. Mentre alcuni magistrati segnalano il problema tecnico di dove mandare i detenuti senza casa. A tenere banco, comunque, è la dimensione economica e sociale dell'impatto del Coronavirus. E il premier, in videoconferenza, davanti ai capi di Stato e di governo dell'Ue (oltre che Ursula von der Leyen, Josep Borrell, Christine Lagarde, della Bce, e Mario Centeno), spiega: «Dobbiamo assicurare ai nostri cittadini le cure mediche necessarie e la protezione sociale ed economica di cui hanno bisogno. Non ci sono alternative». Come? Attraverso i Coronavirus Bond oppure un fondo di garanzia europeo in modo da finanziare con urgenza tutte le iniziative dei singoli Paesi per proteggere le proprie economie. «A una crisi straordinaria, senza precedenti, si risponde con mezzi altrettanto straordinari - incalza Conte -, mettendo in campo qualsiasi strumento di reazione, secondo la logica whatever it takes. Non ci illudiamo che ci potrà essere un Paese membro che potrà rimanere indenne da questo tsunami economico-sociale. Il ritardo nella risposta comune sarebbe letale e, per questo, irresponsabile». Nel frattempo, dal maxi provvedimento per tamponare il disastro economico in corso, emergono ulteriori dettagli. Oltre allo stop alle cartelle esattoriali e al mini-rinvio per i versamenti fiscali di tutti (fino al 31 maggio, con pagamenti al momento fissati al 30 giugno) sono previsti, per esempio, sconti alle imprese e alle persone che effettuano donazioni per misure di contrasto all'emergenza Coronavirus e un credito d'imposta pari al 50% delle spese sostenute per la sanificazione dei luoghi di lavoro. Mentre, per congedi e bonus, le domande dovranno essere presentate all'Inps e varrà l'ordine di presentazione. © RIPRODUZIONE RISERVATA Medici e infermieri la carica dei 20mila
ANCHE NEOLAUREATI

Arrivano 20mila medici e infermieri per rafforzare il sistema sanitario nazionale. La laurea in medicina è resa subito abilitante, almeno 10mila neo-dottori possono prendere servizio in corsia. Inoltre, è possibile trattenere il personale che avrebbe i requisiti per la pensione


Stop alle rate sulla prima casa
MUTUI E PRESTITI

Stop alle rate del mutuo sulla prima casa fino a 18 mesi per le famiglie in difficoltà economica a causa del Coronavirus, inclusi gli autonomi. Nasce un fondo «di ultima istanza» da 300 milioni per aiutare chi nel 2019 aveva guadagnato meno di 10mila euro e ora si è dovuto fermare


Risorse per 3,5 miliardi e incentivi a produrre
MASCHERINE

Il commissario, Domenico Arcuri, potrà fronteggiare la grande carenza di mascherine e di altri macchinari di terapia intensiva - respiratori e ventilatori - anche avviando intere nuove linee produttive. Previsti incentivi anche a chi converte la produzione o la aumenta


Indennizzo mensile di 600 euro
PARTITE IVA

Per le partite Iva che in questo periodo si sono dovute fermare a causa del Covid-19, è riconosciuto un indennizzo di 600 euro, su base mensile, non tassabile, per lavoratori autonomi e le partite Iva. L'indennizzo - che quindi non è una tantum - va ad una platea di 5 milioni di persone


Cibo agli indigenti ecco 50 milioni
POVERTà

Cinquanta milioni per assicurare il recupero delle eccedenze alimentari e favorirne la distribuzione gratuita agli indigenti anche durante l'emergenza. Lo prevede il decreto 'Cura Italia', che incrementa il Fondo apposito istituito dal 2012 per finanziare questi programmi


Congedo di 15 giorni o bonus baby-sitter
FAMIGLIA

I genitori di figli sotto i 12 anni o con disabilità grave possono usufruire del congedo parentale di 15 giorni al 50% dello stipendio. In alternativa è prevista l'assegnazione di un bonus baby-sitter di 600 euro, aumentato a 1.000 euro per medici e forze dell'ordine


Sconto del 30% per le donazioni
EROGAZIONI LIBERALI

Sconto fiscale a chi dona e la garanzia che le risorse saranno spese per la crisi Coronavirus. Il decreto introduce una detrazione al 30% (tetto a 30mila euro) per le erogazioni liberali e consente acquisti per «affidamento diretto» in deroga al Codice degli appalti


Versamenti e contributi rinviati al 31 maggio
IMPRESE

Tutti gli adempimenti fiscali con scadenza tra l'8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020 sono spostati a quest'ultima data. Sospesi fino ad allora anche i versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria dovute dalle imprese


Scontare la pena a casa sarà più semplice
SVUOTA-CARCERI

Fino al 30 giugno, sarà semplificata la procedura per ottenere la detenzione domiciliare riservata ai detenuti che devono scontare una pena - o residuo di pena - fino a 18 mesi. Per coloro che devono scontare una pena da 7 a 18 mesi, sono previsti i braccialetti elettronici


Fino al 31 luglio per l'ok ai bilanci
SOCIETà DI CAPITALI

Il decreto mette in salvo la governance delle società: tutte le società di capitali potranno convocare l'assemblea entro fine luglio (oppure si potrà usare la via telematica). Le nomine slittano a dopo la crisi


Pc ai meno abbienti per le lezioni web
SCUOLA

In arrivo 70 milioni per dotare gli studenti «meno abbienti» di pc e dispositivi digitali in comodato d'uso per le lezioni on line. Inoltre, ci sono 5 milioni per formare i docenti alla didattica a distanza