scarica l'app
MENU
Chiudi
03/06/2020

Due rinvii a giudizio, BrianzAcque estranea ai lavori

Giornale di Seregno

Operaio di 54 anni morì in cantiere in via Milano
(drb) Morì in cantiere, due rinvii a giudizio. L 'infortunio sul lavoro risale a febbraio 2019. Vittima un operaio di 54 anni di Bolladello, originario di Cassano Magnago, sommerso da un cumulo di terra mentre operava nel cantiere per l' estensione della rete fognaria, in via Milano. Estranea Brianzacque. «Nel rinnovare il nostro cordoglio ai famigliari di Giacomo Gallo, l'operaio deceduto, desideriamo precisare che i lavori non sono stati eseguiti direttamente da BrianzAcque che, in qualità di gestore del servizio idrico per la provincia di Monza e Brianza, per la realizzazione delle opere di competenza si avvale di imprese specializzate, individuate mediante affidamenti ad evidenza pubblica, secondo quanto previsto dalla normativa sui pubblici appalti». I lavori « vennero affidati all'impresa Casalucci Srl, a seguito di procedura negoziata con invito agli operatori economici inseriti nel sistema di qualificazione aziendale di BrianzAcque. L 'odierno rinvio a giudizio non è rivolto a personale di BrianzAcque, ma si riferisce al titolare e al preposto alla sicurezza dell'impresa Casalucci Srl, nei confronti della quale BrianzAcque ha disposto la risoluzione del contratto per intervenuta perdita di un requisito di ordine generale per la partecipazione alle procedure d'appalto».