scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
10/08/2021

Due Mari, c’è l’appalto per la galleria di Pari

QN - La Nazione

SIENA Nuovi sviluppi per il raddoppio della Due Mari. Anas ha infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando di gara d'appalto per l'affidamento dei lavori di ammodernamento della galleria di Casal di Pari, nel comune di Civitella Paganico. Si tratta della vecchia galleria, quella che aveva subito un cedimento strutturale mentre accanto si stava scavando per quella nuova. Al tempo il traffico subì per qualche mese lo spostamento sulla viabilità secondaria, consentendo ad Anas di tamponare la situazione per riaprire l'utilizzo della galleria almeno fino al completamento della nuova infrastruttura. Che, una volta entrata in funzione, ha consentito la chiusura dell'altra. Un passaggio necessario per riprendere i lavori in modo definitivo. Adesso, l'intervento prevede un investimento complessivo di 35,1 milioni di euro, dei quali 28,3 milioni per lavori, che riguardano in particolare la riqualificazione del vecchio tunnel, attualmente chiuso, appunto, con transito deviato a doppio senso di marcia sulla nuova galleria. I lavori consisteranno nella realizzazione del rivestimento interno e degli impianti tecnologici e di sicurezza secondo gli standard più recenti. Ovvero, illuminazione led, segnaletica luminosa, pannelli a messaggio variabile, colonnine SOS, impianto di rilevamento e spegnimento incendi. La durata complessiva dei lavori è prevista in 540 giorni. Per quanto riguarda l'appalto, sarà aggiudicato con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, secondo i criteri indicati nel bando. Le offerte per partecipare dovranno arrivare ad Anas entro il 16 settembre. Si tratta di un passaggio importante, per la Due Mari, che si avvia ormai al completamento, per lo meno sulla carta. L'ultimo tratto rimasto ancora da appaltare è il lotto 9, in provincia di Siena, in tutto 11,8 chilometri, tra Ornate e lo svincolo di Orgia. Anche la pubblicazione di questo bando, comunque, dovrebbe essere imminente e arrivare entro il prossimo mese. Una buona notizia, dopo l'imprevisto sul quarto lotto, che ha costretto Anas a interrompere i lavori all'altezza di Civitella, per una serie di modifiche al Piano di utilizzo delle terre e rocce da scavo, che adesso deve tornare al Ministero. Solo con il nuovo ok, infatti, sarà possibile riprendere i lavori. Nel frattempo, comunque, sono state completate tutte le operazioni previste sul territorio per consentire l'avvio del raddoppio vero e proprio. E il commissariamento della strada, con la nomina dell'amministratore delegato di Anas, Massimo Simonini, a commissario straordinario per il completamento dell'opera, risulterà utile per accelerare questi passaggi fondamentali. Riccardo Bruni