scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
17/07/2021

Dopo la fattibilità tecnica ed economica la giunta del Comune di Arzignano ha approvato anche

Il Giornale di Vicenza

Dopo la fattibilità tecnica ed economica la giunta del Comune di Arzignano ha approvato anche il progetto definitivo della nuova rotatoria a San Bortolo e della pista ciclopedonale. Altro passo in avanti per la realizzazione dell'opera che toglierà anche l'ultimo semaforo attivo ad Arzignano.Ma c'è un'ulteriore novità. La rotatoria di San Bortolo, che raccorderà le vie Montorso (lungo la provinciale 31 Valchiampo), del Commercio e Valle, è stata anticipata di un anno. «L'opera, per la quale è ipotizzata una spesa complessiva di 750 mila euro, era stata inserita - ha detto il sindaco Alessia Bevilacqua - nel piano delle opere pubbliche per il 2022, ma la possibilità di partecipare a un bando della Provincia che potrebbe coprire fino a metà della spesa ci ha portato ad anticipare di un anno l'opera che toglierà l'ultimo impianto semaforico della città. Con la rotatoria metteremo mano anche al sottopasso che permetterà a pedoni e ciclisti di attraversare in sicurezza la provinciale».La rotatoria, che sostituirà l'impianto semaforico, è considerata strategica per l'importanza dello snodo viario data la criticità dovuta al traffico intenso e alla presenza di veicoli pesanti che si muovono nelle direzioni di andata e ritorno dalle aree produttive dislocate lungo il percorso della strada provinciale Valchiampo. «Siamo in attesa - ha dichiarato l'assessore ai lavori pubblici Riccardo Masiero - che l'Amministrazione provinciale ci comunichi la percentuale con cui contribuirà al finanziamento dell'opera. La Provincia di Vicenza, infatti, ha promosso un bando per l'assegnazione di contributi per la messa in sicurezza della viabilità provinciale e tale intervento è compatibile con la formulazione di un'istanza di contributo. Ci auguriamo che sia il massimo previsto dal bando, ovvero il 50%. Una volta ottenuta la risposta potremo andare in Consiglio comunale per dare copertura ufficiale ai lavori». La spesa si divide a metà per la costruzione della rotatoria e per i raccordi con la ciclabile. «Poi - aggiunge Masiero - saremo pronti per pubblicare il bando per l'appalto. L'auspicio è che l'iter burocratico si concluda nel più breve tempo possibile in maniera da vedere il cantiere aperto entro la fine dell'anno». Per la realizzazione dell'intervento, per quanto riguarda la pista ciclabile, si rende necessaria l'acquisizione e l'occupazione di aree di proprietà privata. Ai proprietari interessati dall'occupazione di aree inerenti il sedime della pista ciclopedonale è stato trasmesso l'avviso di avvio del procedimento in materia di espropriazione per pubblica utilità.I progetto definitivo "Realizzazione della nuova rotatoria di San Bortolo e pista ciclopedonale", firmato dall'ingegnere Maurizio Cesa, comporta una spesa complessiva di 750 mila euro, di cui 539 mila 700 per lavori e 210 mila 300 per somme a disposizione.. © RIPRODUZIONE RISERVATA