scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
12/08/2021

Dopo la cacciata del gestore inadempiente offerte più allettanti per il centro sportivo

La Stampa - CLAUDIO BRESSANI

PRIMO PIANO
Pronto il bando che metterà fine all'incarico temporaneo al Terdoppio e garantirà orari più f lessibili
NOVARA Pur con qualche ritardo, il bando per l'esercizio in sicurezza ed efficienza del centro sportivo del Terdoppio è pronto. Dopo la cacciata per inadempimento del precedente gestore dal 1° luglio, con la risoluzione del contratto, e l'incarico provvisorio a un altro soggetto, con affidamento diretto per tre mesi fino al 30 settembre, l'assessore Marina Chiarelli il 13 luglio in commissione aveva garantito che la nuova gara sarebbe stata indetta «immediatamente, entro il mese di luglio». La scorsa settimana il candidato sindaco del centrosinistra Nicola Fonzo aveva fatto notare che l'impegno non era stato rispettato. Tempo pochi giorni e lunedì il bando è stato approvato, anche se non è ancora pubblicato (lo sarà nei prossimi giorni). L'affidamento dei servizi sarà triennale, con possibilità di rinnovo per altri tre anni a richiesta dell'amministrazione e senza mutare le condizioni. Gli importi offerti sono più generosi di quelli che erano applicati a Sport Management: la base annua, Iva compresa, è infatti di 624 mila euro, il 12,6% in più rispetto a quella del vecchio appalto risalente allo scorso anno e il 16,7% in più rispetto alle condizioni effettivamente praticate, dal momento che Sport Management aveva anche offerto un ribasso, con una differenza di quasi 90 mila euro all'anno. In compenso il nuovo capitolato prevede orari di funzionamento più ampi: nei giorni feriali l'apertura non sarà più dalle 9 ma dalle 7 e il sabato, la domenica e i festivi non più dalle 9 ma dalle 8. Complessivamente l'affidamento, considerando anche la proroga per il secondo triennio, vale 3.068.852 euro. Sono escluse le palestre e il centro benessere esistenti nel fabbricato delle piscine. Il capitolato comprende i servizi di gestione degli immobili (compresa l'arena), apertura e chiusura, manutenzione ordinaria, conduzione degli impianti e trattamento delle acque, custodia e sorveglianza, pulizie esterne ed esterne (aree verdi e parcheggio), assistenza bagnanti, primo soccorso e segreteria. Dal 1° luglio, cioé dall'estromissione di Sport Management, l'attività è affidata a un'associazione temporanea d'imprese composta da Atena srls di Novara e Cls Spa di Milano. La seconda già era subappaltatrice di Sport Management per le pulizie, la prima invece è una società a responsabilità limitata semplificata (capitale sociale di mille euro), con un unico amministratore, costituita ad hoc l'8 giugno. Su questa procedura il gruppo Pd ha ravvisato opacità e ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica. L'assessore Chiarelli l'ha rivendicata come soluzione per garantire la continuità di funzionamento dell'impianto proprio nel pieno della stagione estiva. -

Foto: Il centro sportivo che sorge sulle rive del torrente Terdoppio