MENU
Chiudi
19/07/2018

Dopo due bandi andati a vuoto stadio Brianteo e Monzello per 44 anni al Monza Calcio

Avvenire

Monza
o stadio Brianteo e il centro sportivo Monzello, per i prossimi 44 anni saranno in concessione d'uso al Monza Calcio. Dopo due bandi andati a vuoto, il Comune proprietario degli impianti ha ufficializzato che il calcio Monza, nella figura del'attuale presidente Nicola Colombo, si è aggiudicato la gara che prevede un canone di concessione di 10mila euro più Iva annui e una durata di 44 anni. Fra le clausole si legge che il Comune potrà disporre delle due strutture gratuitamente per 10 giorni l'anno. A fronte del canone ridotto, sarà in capo al club biancorosso la manutenzione ordinaria e straordinaria delle due strutture. Particolarmente soddisfatto di questa operazione l'assessore allo Sport Andrea Arbizzoni: «è un intervento con uno spazio temporale ampio. Mi auguro che il gruppo Colombo, fortemente impegnato per rilanciare sul campo il futuro del calcio monzese, con una squadra che punta alla serie B, si impegni con lo stesso entusiasmo per rilanciare questo stadio». Per Arbizzoni la sfida va oltre Monza, per coinvolgere tutta la Brianza. «Il futuro del calcio - incalza - è collegato al ringiovanimento del Brianteo, che dovrà diventare fra i centri attrattivi della città con spazi ludici, culturali, attività commerciali, in brevemente uno Juventus stadium in proporzioni ridotte. Il Monzello sarà la cittadella della preparazione sportiva, la sede di sport minori». Nel frattempo l'assessore conferma che entro domani da Roma dovrebbe arrivare la conferma, dopo la mancata iscrizione per problemi allo stadio, che il Monza è in C. Pierfranco Redaelli

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore