scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
30/06/2021

Domani scioperano i lavoratori di Clara «L’azienda ascolti»

La Nuova Ferrara - D.M.

Nell'ambito di un'astensione nazionale dei servizi ambientali i temi locali di Cgil, Cisl e Uil «Manca il piano industriale e anche i sindaci si muovano» la protesta
COPPARO. Sciopero generale nazionale dei lavoratori del settore dei servizi ambientali, domani, per chiedere una correzione immediata dell'articolo 177 del codice degli appalti e, più in generale per la difesa dei diritti e dei posti di lavoro.Per il bacino di utenza Clara (davanti alla sede di Copparo è previsto un presidio dalle 9 alle 11) Fp-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti territoriali hanno deciso di caratterizzare la giornata con temi prettamente aziendali.«In questi ultimi 15 mesi l'azienda ha di fatto azzerato il confronto con le organizzazioni sindacali, si preferisce procedere con atti unilaterali, spesso di dubbia utilità. Manca ancora un piano industriale promesso per il 30 giugno, elemento fondamentale per ottenere l'affidamento dei servizi da Atersir», ricordano i sindacati, che mettono in evidenza «il continuo ricorso al lavoro somministrato, le continue esternalizzazioni dei servizi dovute alla carenza di mezzi e personale operativi, la riduzione dei livelli di attenzione nei confronti di salute e sicurezza dei propri lavoratori sono soltanto alcuni dei temi sui quali questa direzione aziendale rifiuta il confronto».I sindacati chiamano in causa anche la politica, in particolare i sindaci dei Comuni soci, che «non intendono abbandonare la logica del campanile accampando pretese contrapposte anziché condividere soluzioni atte a garantire un rilancio ed un futuro all'azienda di loro proprietà a cui, negli anni, hanno scelto liberamente di conferire la gestione dei servizi ambientali. Una risposta - aggiungono i sindacati - la si deve ai lavoratori che in questi anni, in condizioni spesso precarie compreso il periodo pandemico, hanno garantito il servizio indifferibile ai cittadini». --© RIPRODUZIONE RISERVATA