scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
16/02/2021

Dog beach, un bando per trovare il gestore della stagione 2021

Il Tirreno - Manolo Morandini

san vincenzo Dog beach, un bando per trovare il gestore della stagione 2021 san vincenzo
Manolo Morandinisan vincenzo. Figura tra le migliori spiagge per cani d'Italia la Dog beach, a due passi dal parco costiero di Rimigliano. Un luogo cult per gli amanti dei Fido che in vista della prossima stagione balneare è alla ricerca di un nuovo gestore. La procedura si rinnova ogni anno per una realtà che richiama migliaia di bagnanti ma non ha ancora trovato una sua stabilità, condizione indispensabile per investire e crescere. La stabilità potrà arrivare solo in scia al nuovo piano spiaggia. Dopo l'adozione a giugno dello scorso anno il piano, a seguito di una serie di osservazioni, tra cui quella della Sovrintendenza, è all'esame di valutazione ambientale strategica (Vas), ovvero lo strumento, previsto per legge, con cui proteggere e tutelare l'ambiente dai possibili impatti dovuti alle previsioni indicate nel piano di utilizzazione degli arenili. Insomma, anche per la stagione balneare 2021 difficilmente sarà approvato in tempo utile. C'è tempo fino al 4 marzo per presentare le offerte per aggiudicarsi la gestione dell'area, il tratto di arenile a nord del fosso di Botro ai Marmi, per il quale la concessione demaniale marittima è stata rilasciata al Comune di San Vincenzo nel 2016. Si tratta di un'area di 1. 680 metri quadrati, su un fronte mare di 80 metri, che può essere utilizzata per la posa stabile di sedie a sdraio, ombrelloni, punti ombra e servizi accessori e complementari per l'accoglienza dei cani e dei loro accompagnatori. Compresi nella gestione, che scadrà il 31 dicembre 2021, oltre al tratto di arenile anche gli immobili che si trovano nell'area comunale retrostante a nord del fosso di Botro ai Marmi, ovvero un chiosco in legno, un magazzino e i servizi igienici. Secondo quanto stabilito dal bando la Dog beach dovrà essere tenuta attiva e funzionante per il periodo corrispondente alla stagione balneare, dalle ore 9 alle 19,30 senza interruzione. Vi potranno avere accesso tutti gli animali domestici, naturalmente nel rispetto delle prescrizioni dettate dall'ordinanza per la disciplina delle attività balneari. Il gestore, oltre alla pulizia giornaliera, dovrà provvedere alla delimitazione e all'installazione dei cartelli che individuano il tratto di arenile libero, dove i cani possono muoversi senza guinzaglio e museruola sotto la sorveglianza del responsabile, tra la sponda nord del fosso di Botro ai Marmi e 80 metri a sud della sponda sud del fosso stesso. Il gestore dovrà anche garantire la cura e la manutenzione degli immobili presenti, delimitare l'area, esclusa la fascia dei 5 metri dalla battigia, e garantire la sicurezza e la salvaguardia in mare e sulla spiaggia aderendo al piano collettivo di salvamento in fase di approvazione. L'importo da corrispondere all'Amministrazione per la gestione della Dog beach, a base di gara, soggetto a rialzo, è fissato in 8mila euro. A questo si aggiungeranno il canone demaniale marittimo di 2.500 euro e l'imposta regionale di 625 euro che il Comune verserà allo Stato e alla Regione. Possono presentare domanda associazioni, enti ed aziende che siano abilitate all'effettuazione di quanto descritto nel bando, che abbiano svolto attività di gestione di spiagge per cani, o attività simili. «Questo tipo di spiaggia attrezzata - ha evidenziato l'assessore al Demanio Massimiliano Roventini - rappresenta una straordinaria realtà del nostro territorio. Durante i mesi estivi, infatti, è frequentata anche da tantissime persone che arrivano da ogni parte della Toscana, e non solo, per godersi la nostra costa. Si tratta di un ottimo servizio che ci consente di poter completare l'offerta turistica. Dopo il passaggio in Consiglio comunale di lunedì scorso - ha concluso - ringrazio gli uffici che hanno predisposto e pubblicato il bando in tempi molto rapidi». -© RIPRODUZIONE RISERVATA