scarica l'app
MENU
Chiudi
26/05/2020

Dl Rilancio, gran corsa ai ripari

ItaliaOggi - FRANCO ADRIANO

Le Camere ripescano le «zone rosse» dimenticate. Conte, ok a Renzi (su infrastrutture) ma no al Mes
Covid, 130 morti. Stretta della Cina su Hong Kong
Un emendamento per le zone rosse escluse dal dl Rilancio è annunciato dai deputati Federico Conte (Leu), Umberto Del Basso De Caro (Pd), Vito De Filippo (Iv) e Nicola Stumpo (Leu). «I Comuni che sono stati zona rossa hanno tutti pari dignità», hanno affermato. Se passerà, tutti i comuni italiani dichiarati zona rossa per 30 giorni potranno accedere al riparto dello stanziamento di fondi per 200 milioni. Il governatore del Veneto, Luca Zaia, sul tema delle zone rosse dimenticate aveva minacciato di portare il governo in tribunale». Anche il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, aveva criticato la decisione di escludere le ex zone rosse Vallo di Diano, area di Ariano Irpino. Sul tema era intervenuto anche il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, chiedendo la modifica del decreto durante la conversione in legge in parlamento. «Una decisione importante». Il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha giudicato così la decisione del leader di Italia Viva, Matteo Renzi, di non votare la sfi ducia al Guardasigilli, Alfonso Bonafede. Il premier ha fatto trapelare che il governo accoglierà le proposte di Italia Viva su infrastrutture e famiglia. Il governo, entro due settimane, varerà un decreto per lo sblocco dei cantieri. Il presidente del consiglio si è detto favorevole a deroghe sulle norme degli appalti se accompagnate da controlli più severi. Il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, ha ribadito il suo no al Mes dichiarando di puntare piuttosto sul Recovery fund da 500 miliardi proposto da Francia e Germania. «Non capisco i dubbi sul Mes. Abbiamo drammatico bisogno di denaro da immettere nel sistema economico», è tornato invece ad affermare il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi. I 36 miliardi che l'Italia potrebbe attingere dal Mes «ci consentirebbero di costruire nuovi ospedali, reparti sanitari nelle carceri, sovvenzionare la ricerca». Per la Bce l'impatto economico della pandemia sull'Eurozona potrebbe essere peggio del previsto. «Anche una profonda recessione di circa il 5% nel 2020 appare ora un esito favorevole, con scenari più gravi che indicano una contrazione fino al 12% del Pil», si legge nelle minute del meeting del consiglio direttivo di fi ne aprile. Ragione per cui il consiglio direttivo «dovrà essere pronto ad aggiustare il Pepp e potenzialmente altri strumenti» alla riunione d'inizio giugno, se vedrà che le dimensioni dello stimolo sono inferiore a quanto necessario. Alta tensione sulla scuola nella maggioranza alla ricerca di un'intesa sui concorsi annunciati dal ministro Lucia Azzolina. Pd, Italia Viva e Leu si sono dichiarati d'accordo per assunzioni per titoli, mentre il M5s chiede anche esami. Lunedì, durante il voto in Commissione, il governo rischierebbe di andare sotto. Un appello trasversale per la libertà di educazione. L'hanno firmato Maurizio Lupi, presidente dell'Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà, Flavia Piccoli Nardelli (Pd), Paolo Lattanzio (M5s), Gabriele Toccafondi (Iv), Valentina Aprea (Fi), Giancarlo Giorgetti (Lega) e Fabio Rampelli (FdI). Nel testo si chiede che gli investimenti siano per tutto il sistema pubblico scolastico nazionale, quindi anche per le scuole pubbliche paritarie. I sottoscrittori, pur riconoscendo «la sensibilità» del governo che «dopo una iniziale sottostima del problema» ha incrementato le risorse, tuttavia in considerazione del fatto che non risultano ancora suffi cienti, si sono impegnati «a lavorare insieme» nel passaggio parlamentare «per aumentare le risorse destinate a tutte le scuole paritarie». Il Consiglio dei ministri ha approvato giovedì sera il proseguimento delle missioni estere, tra cui quella europea Irini contro l'ingresso delle armi in Libia. Approvata anche una direttiva sui gasdotti tra Ue e stati terzi. Infi ne, il Cdm ha impugnato una legge della Provincia di Trento che, a parere del governo, viola le norme nazionali sugli appalti. Nell'ultimo aggiornamento dei dati sulla pandemia da coronavirus, risultano 228.658 casi riscontrati fi nora in Italia: 59.322 (+652) sono i positivi. Di questi 49.770 si trovano in isolamento domiciliare (-1.281); 8.957 sono ricoverati con sintomi (-312); 595 in terapia intensiva (-45). I morti sono saliti a 32.616 (+130); 136.720 (+ 2.160) sono le persone guarite. In un giorno sono stati effettuati 75.380 tamponi. L'indice di contagio Rt è segnalato sotto il valore 1 in tutte le regioni italiane, eccezion fatta per la Valle d'Aosta, dove si registra un valore pari a 1.06. Il dato emerge dal report settimanale del monitoraggio sulla Fase2 dell'Istituto superiore di Sanità. Il presidente dell'Iss, Silvio Brusaferro, ha sottolineato di non poter ancora escludere un incremento dei contagi. L'Inail ha comunicato che sono oltre 43 mila i contagi denunciati sul posto di lavoro. La metà di essi riguarda il personale sanitario e socio-assistenziale. Anche i bambini e gli anziani saranno coinvolti nei test per il vaccino contro il Covid19 che sta sviluppando l'università di Oxford in collaborazione con l'azienda italiana Irbm di Pomezia (Roma). I trial della prima fase, partiti ad aprile, avevano coinvolto mille adulti sotto i 55 anni. Ora verranno coinvolte altre 10.200 persone nelle fasce 56-69 anni, over70 e bambini tra i 5 e 12 anni. L'Istituto Spallanzani ha annunciato l'avvio della sperimentazione sul plasma iperimmune. «Non penso per settembre ci possa essere alcun vaccino disponibile», ha sostenuto il dg dell'Aifa, Nicola Magrini. Tra le denunce presentate alle procure del distretto di Corte d'appello di Brescia, che comprende anche le procure di Cremona, Bergamo e Mantova, sull'emergenza coronavirus sono segnalati anche «rappresentanti del Governo e della Regione». Questi ultimi in riferimento alle delibere dell'8 marzo 2020 con cui si chiedeva alle Rsa di istituire dei reparti Covid19 e alla mancata istituzione della «zona rossa» nei comuni di Alzano Lombardo de di Nembro. A spiegarlo è stato il pg di Brescia, Guido Rispoli. È emergenza colera in Kenya. Sono 39 mila i ricoverati, mentre i morti sono stati fi nora 3.078. L'ha riferito l'Oms. Giro di vite della Cina su Hong Kong. Il premier il premier Li Keqiang ha annunciato «misure forti» per assicurare la sicurezza nella ex colonia britannica. Secondo gli Usa si tratta della «campana a morto per l'autonomia». Il Senato Usa ha accelerato l'iter delle sanzioni. L'Ue ha chiesto il rispetto dei diritti umani. La Cina ha avvertito che in caso di interferenze «contrattaccheremo». La nuova legge della Cina sulla sicurezza nazionale a Hong Kong, la cui bozza è stata depositata ieri al Congresso nazionale del popolo, sanzionerà secessione, eversione contro lo Stato, terrorismo e interferenze straniere. «Il jihad e la lotta per liberare la Palestina sono doveri islamici». L'ha detto la guida suprema iraniana Ali Khamenei sottolineando che «l'occupazione delle terre palestinesi e la formazione del tumore canceroso dei sionisti come base per l'Occidente nella regione non devono essere dimenticate», ha concluso. La famiglia del giornalista saudita Jamal Khashoggi ucciso e fatto a pezzi nell'ottobre 2018 nel consolato d'Arabia Saudita a Istanbul, ha affermato in un tweet di «perdonare» i suoi assassini. Le cinque condanne a morte comminate in Arabia Saudita per l'omicidio dovrebbero ora essere commutate in pene inferiori. « Renault rischia di non sopravvivere alla crisi». L'ha annunciato il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire. L'Abi ha comunicato che le banche hanno accolto moratorie su prestiti e mutui per 240 miliardi di euro. Si tratta dell'80% delle richieste pari a 2,3 milioni di famiglie e imprese. Beni per circa 150 milioni di euro sono stati confi scati a un prestanome dei boss Bernardo Provenzano e Salvatore Lo Piccolo. Apposti i sigilli a centinaia di immobili in provincia di Trapani e Palermo riconducibili a Andrea Impastato, 72 anni di Cinisi, già arrestato nel 2002. I beni di 20 società e 15 persone fi siche per un valore complessivo di oltre 43 milioni sono stati sequestrati a Roma. L'importo della misura cautelare corrisponde al totale delle imposte evase da decine di imprese operanti a Roma e provincia, per lo più nei settori dei servizi alberghieri e della logistica. Raffaele Nugnes è stato condannato a 2 anni di reclusione per stalking ai danni del leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. © Riproduzione riservata