scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
31/10/2020

Dipendenti comunali nel mirino Cisl attacca

Il Tirreno

castel del piano
castel del pianoNon si placa la polemica scaturita da alcune esternazioni del vicesindaco con deleghe ai lavori pubblici Luciano Giglioni sul lavoro svolto da alcuni dipendenti comunali. A intervenire questa volta è la Cisl Funzione pubblica. Nelle dichiarazioni di Giglioni «traspare solo - sottolinea Simona Piccini, della Fp Cisl - la preoccupazione di non deludere i cittadini rispetto a promesse fatte in campagna elettorale. Crediamo sia più deludente per i cittadini quanto affermato dallo stesso assessore quando ha gettato discredito sui dipendenti e sul responsabile dei lavori pubblici. Ricordiamo che il responsabile del settore è stato scelto dall'Amministrazione un anno fa per svolgere questo ruolo e dopo pochi mesi è stato inviato, per metà del suo tempo di lavoro, al comune di Cinigiano, che a sua volta doveva concedere per metà tempo il responsabile della polizia locale, mai arrivato. Per scelte organizzative sbagliate del sindaco Michele Bartalini, il responsabile dei lavori pubblici si trova additato per la sua presunta inefficienza e lentezza amministrativa. Forse, secondo il vicesindaco, i funzionari pubblici dovrebbero bypassare i tempi e le procedure amministrative? Non rispettare il codice degli appalti per affidare i lavori? Lavorare a tempo pieno nel Comune anche se inviati per metà in altro Ente? Sembra che le scelte della giunta e del sindaco che, chiamato in causa minimizza sempre, siano molto confuse. E se si lamenta per la lentezza dovrebbe chiedere agli uffici quali sono le eventuali criticità e i miglioramenti che andrebbero apportate per i prossimi mesi». «Per questo - conclude la Cisl Fp - sottolineiamo come una politica intelligente e lungimirante, chiamata dai cittadini ad amministrare la cosa pubblica, debba lavorare in modo sinergico con il personale dipendente, proprio nell'interesse della collettività. Non è certo con lo scontro, con le interferenze, con le critiche sterili, rese t pubbliche sulla stampa, che si può amministrare un ente locale, soprattutto in un periodo come questo, dove serve equilibrio, responsabilità, consapevolezza del proprio ruolo e collaborazione interna. Se dovesse proseguire questo atteggiamento vessatorio - sottolinea Cisl Fp - saremo costretti a cambiare atteggiamento fino a intraprendere vie legali a tutela del lavoro pubblico e dei dipendenti». -