scarica l'app
MENU
Chiudi
26/06/2020

Difetto di notifica al Coni, slitta l ‘ udienza preliminare su Cintolo

La Sicilia

P E C U L ATO
SALVO MARTORANA RAGUSA. E' slittata di due settimane l'udienza preliminare fissata per ieri nei confronti dell'ex delegato provinciale del Coni Sasà Cintolo. Il giudice dovrà vagliare la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Procura. Il rinvio è stato dettato da un difetto di notifica al Coni nazionale, parte offesa nel procedimento penale. L'inchiesta è stata svolta dalla Guardia di Finanza. Tra gli imputati anche Silvio Piazza, per lungo tempo segretario regionale e direttore della Scuola dello Sport. L'indagine ha riguardato i contributi erogati dalla Regione Siciliana (circa 800.000 euro) in favore del Coni di Ragusa nel periodo compreso fra il 2006 e il 2012, e la gestione delle strutture della Scuola Regionale dello Sport. Il reato ipotizzato è il peculato. L ' attività è scattata dopo un esposto-denuncia presentato dall ' Ufficio Vigilanza del Coni di Roma. Cintolo è accusato di abuso d'ufficio in concorso per avere affidato in comodato gratuito un locale all'interno della Scuola dello Sport destinato a bar; per avere concesso ad una società sportiva, una palestra e per avere concesso, in entrambi i casi a titolo gratuito, ad associazioni culturali, teatrali ed a privati, l'uso dell'auditorium. Il rinvio a giudizio è stato chiesto anche per una persona accusata di favoreggiamento personale nei confronti di Cintolo. La rubrica prevede anche il reato di turbativa d'asta di cui sono accusati, oltre a Cintolo, anche un suo collaboratore, un ex dipendente comunale, un dirigente sportivo e due funzionari dell'ex Provincia. Il bando in oggetto è quello per la scelta del contraente da parte della Pubblica amministrazione per l'assegnazione del complesso immobiliare di contrada Selvaggio, di proprietà del Libero Consorzio Comunale. l