scarica l'app
MENU
Chiudi
08/05/2020

Depuratore di S. Agata, finalmentei lavori

Gazzetta del Sud

Rigettato il ricorso dell' impresa prima vincitrice
Rimanel' assegnazione dei lavori (2.277.451 euro) a un consorzio di Ravenna Giuseppe Romeo Un' opera finanziata già nel lontano 2012 per superare le criticità e fermare la procedura europead'inf razione
SANT' AGATA MILITELLO Potrebbe essere giunto lo sblocco decisivo perl' ammodernamentoe adeguamento del depuratore consortile Sant' Agata Militello- Acquedolci. Il Tar di Catania ha rigettato il ricorso presentato dall'imp resa " Trinacria Ambientee Tecnologie srl", di Villafranca Tirrena, che aveva chiestol' annullamento del provvedimento con cui Invitalia, stazione appaltante, ne aveva revocato l' aggiudicazione dei lavori, affidandoli all' impresa seconda classificata," Consorzio Ciro Menotti società cooperat iva" di Ravenna.L' esclusione dell' originaria vincitrice della gara, in Ati con la ditta" Bello Frances co" di Otranto, era stata motivata dall' intervenuta mancanza di uno dei requisiti di qualificazione necessari perl' esecuzione dei lavori, per un corrispettivo contrattuale paria 2.375.420,02 euro al netto iva, a fronte del ribasso offerto del 24,13%. In particolare il rup Filippo Valla certificò la perdita del grado di attestazione Soa relativo alla categoria prevalente di lavori. La ditta esclusa, difesa dell' avvocato Silvano Martella, aveva opposto le proprie controdeduzioni sottolineando che la parte del requisito venutoa mancare all' Ati in ragione della riduzione del valore della nuova attestazione Soa, rispettoa quella valida ed efficace alla presentazione dell' offerta, fosse appieno integrabile con la stipula di un nuovo contratto di avvalimento. In aggiunta, quindi, la ricorrente ha specificato come già in sede di offerta avesse dichiarato di subappaltare il 40% delle lavorazionia soggetto qualificatoe che dunque il subappalto consentisse l'integrazione dei requisiti mancanti. Entrambii motivi del ricorso sono stati però ritenuti infondati dal Tar che ha evidenziato il mancato rispetto del principio di continuità nel possesso dei requisiti di qualificazione. È efficace, dunque,l' aggiudicazione, dispostaa febbraio da Invitalia, al" Consorzio Ciro Menotti società cooperat iva" di Ravenna che aveva proposto un ribasso del 24,11%, per 2.277.451,58 euro. Sono previste la ristrutturazione e manutenzione degli impianti,l' integrazione con nuove componenti delle unità di trattamentoe delle linee di depurazione, la nuova impostazione tecnologicae la riqualificazione. © RIPRODUZIONE RISERVATA