scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
14/01/2021

Dalle royalty aiuti alle aziende penalizzate dall’emergenza Covid

La Gazzetta Del Mezzogiorno

VIGGIANO L'INIZIATIVA DEL COMUNE CON UN BANDO CHE PREVEDE TRE MISURE PER UN TETTO MASSIMO DI 500MILA EURO
Favorite le imprese che assumeranno gente che ha perso il lavoro
l Aiuti immediati per fronteggiare la crisi occupazionale e produttiva legata all'emergenza covid 19. Li mette in campo il comune di Viggiano con un bando che prevede tre misure finanziato con fondi provenienti dalla royalty del petrolio per un tetto massimo di 500mila euro. Il bando prevede, innanzitutto, interventi a favore delle aziende che assumeranno disoccupati o persone che hanno perduto il lavoro a causa della pandemia. Si tratta di assunzioni a tempo indeterminato che verranno finanziate con i fondi messi a disposizione dal Comune per un massimo di tre anni. L'assunzione verrà preceduta da un periodo di formazione rientrante nella logica della «work experience» che verrà anche questa finanziata dal Comune e che è propedeutica all'assunzione vera e propria. Per ogni singola unità lavorativa da assumere è stata stanziata dal Comune una somma che copre 720 ore di formazione. Il Comune ha poi messo in campo una terza misura che riguarda in modo specifico coloro che hanno perso il lavoro in questo periodo di emergenza e che prevede l'erogazione di una somma per sei mesi rinnovabili per altri sei e prolungabile fino al termine del periodo di emergenza. Per le prime due misure l'azienda deve fare domanda per avere i contributi, per la terza misura può fare richiesta direttamente il disoccupato. Il bando con le relative misure verrà illustrato alle aziende nel corso di un webinar programmato per oggi alle 18 sulla piattaforma «livewebinar». Per ora, il bando ha una copertura relativa al 2020 già messa in bilancio e la restante tranche, ha anticipato l'assessore al ramo, Rosita Gerardi, sarà inserita nel bilancio previsionale per l'anno 2021. L'assessore, nel considerare la misura messa in campo dal Comune di indubbia importanza in un momento come questo in cui c'è bisogno di dare un sostegno concreto ai fini della ripresa del settore produttivo, si è augurata che anche altri comuni si comportino nello stesso modo con bandi simili che vadano incontro ad una esigenza di sostegno che superi la logica del mero assistenzialismo e inneschi meccanismi di ripresa produttiva per il tessuto delle piccole aziende. Inoltre, c' è da dire che le aziende che intendono aderire al bando possono accreditarsi attraverso un link sul portale del Comune e successivamente, una volta individuata la persona a cui far fare la «work experience» o da assumere, procedere alla presentazione e compilazione della domanda per il conseguimento dei contributi.

Foto: CENTRO OLIO Un bando del Comune prevede tre misure finanziato con fondi provenienti dalla royalty del petrolio per un tetto massimo di 500mila euro