MENU
Chiudi
20/07/2018

Da Comune e Cosvig 40mila euro per edifici, acqua e nuove attività

Il Tirreno

Tre bandi per aiuti finanziari a chi vuole installare depuratori o migliorare i propri immobili Possibilità anche per chi vuole aprire negozi in centro arcidosso
Fiora Bonelli / ARcidossoTre bandi, per i cittadini di Arcidosso, per cofinanziare l'installazione di depuratori per l'acqua, avviare attività produttive nei centri storici e infine realizzare opere di miglioramento edilizio sugli immobili di proprietà.Già sperimentati nel 2017, si replicano anche nel 2018, i primi due finanziati da Cosvig (Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche) di concerto con il Comune; il terzo finanziato dal Comune. I depuratori, secondo bando aperto fino al 31 dicembre da Cosvig, beneficeranno di contributo a fondo perduto del 50% fino a un massimo di 250 euro. Nel 2017 hanno beneficiato di questo bando otto famiglie. «L'acqua dei rubinetti e delle fontanelle è ottima - avverte il sindaco Jacopo Marini - e tutti i valori sono entro i limiti di legge. Ma i depuratori servono per migliorare ulteriormente la qualità della nostra acqua».Poi, sempre di Cosvig, bando per l'incentivazione di attività produttive all'interno dei centri storici con varie tipologie di investimento. Anche in questo caso il contributo avrà un'intensità massima del 50% delle spese. Nel 2017 hanno beneficiato di questo bando tre imprese.Informazioni e moduli sono scaricabili dal sito di Cosvig alla sezione Bandi. Infine il bando pubblicato dal Comune di Arcidosso, per l'assegnazione di benefici economici, per i soggetti privati che intendano eseguire interventi di miglioramento edilizio sugli immobili di proprietà secondo le modalità di cui al regolamento per la tutela del decoro urbano e dell'ornato architettonico dei centri storici.Le domande vanno presentate entro le ore 12 del 14 settembre 2018. Possono inoltrare domanda di ammissione i soggetti privati (persone fisiche, società, fondazioni e associazioni) in forma singola o in ragione di condominio, che siano proprietari o titolari di altri diritti reali, degli immobili ubicati all'interno dei centri storici (Zone A di Arcidosso capoluogo, Montelaterone e Stribugliano) del Comune di Arcidosso, così come individuati nelle tavole del vigente Regolamento urbanistico. I contributi saranno assegnati e successivamente erogati fino all'esaurimento della disponibilità finanziaria prevista dal bilancio corrente che ammonta per l'anno in corso a 40mila euro. Il contributo sarà pari al 50% delle spese sostenute e fino a un massimo di 10mila euro. Nel 2017 sono stati ammesse a contributo ventidue domande. I bandi sono scaricabili, con i fac simile per le domande e tutte le informazioni utili, nel sito del comune di Arcidosso alla voce "Bandi" all'indirizzo www.comune.arcidosso.gr.it. --

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore