scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/03/2021

Crisi, maxi manovra da 665mila euro per fornire aiuti a imprese e famiglie

Gazzetta di Modena - Serena Arbizzi

Tra le novità, bando di 100mila euro per gli universitari Fondi pubblici per sostenere il pagamento di Tari e Cosap fisco
Serena ArbizziUn piano di defiscalizzazioni e, più in generale, di interventi finalizzati alla salvaguardia del tessuto socio-economico locale: una road map di otto tappe per 665mila euro. Tra queste, anche una novità assoluta: un bando per i giovani universitari o iscritti a scuole di alta formazione per sostenerli e contrastare l'abbandono degli studi.Il sindaco Alberto Bellelli e l'assessora al bilancio Mariella Lugli hanno presentato il pacchetto di manovre volte a dare slancio al territorio su cui esplode la morsa della crisi economica dovuta anche alla pandemia. Dalla cultura, al terzo settore, con l'apertura di un emporio solidale e partecipativo, intitolato a Focherini, realizzato dall'unione di 13 enti, con l'organizzazione della Fondazione Odoardo e Maria Focherini. L'emporio sarà dedicato a chi ha difficoltà economiche, ma anche a chi non versa in condizioni problematiche per non creare ghettizzazione: dovrebbe sorgere sulla tangenziale Cattani, di fianco all'emporio giocattoli. «Tempo, solido e solidale: queste le tre parole che caratterizzano il nostro bilancio, già attivo: questo ci consente di elargire defiscalizzazioni e sostegno giocando d'anticipo - spiega il sindaco Alberto Bellelli - Sosterremo sia le imprese sia le famiglie che hanno difficoltà a pagare la Tari. Quella sulla Cosap, poi, sarà una maxi manovra». Il dettaglio delle misure è stato illustrato dall'assessora Lugli. Sul fronte della defiscalizzazione, fino al 31 marzo vige l'esenzione, grazie al sostegno del Comune per 170mila euro, sarà possibile essere esentati, dal primo aprile e per tutto l'anno, dal pagamento dell'occupazione di suolo pubblico. La cancellazione del tributo riguarda bar, ristorante, ma anche altri esercizi, come chioschi o spettacoli viaggianti e chi fa i mercati. Come detto, poi, per la Tari verranno sostenute sia le famiglie, sia le imprese «per un totale di 280mila euro di stanziamento - conferma l'assessora - Alle famiglie andranno 100mila euro, mentre 180mila saranno destinate alle attività. 60mila euro di risorse finanziaranno l' "emporio partecipato", un'esperienza aperta a tutti gli strati sociali, con l'ambizione di auto-finanziarsi». Previsti, inoltre, 15mila euro per il progetto di consegna a domicilio di farmaci e spesa, curato da associazioni di volontariato con capofila la Croce Blu. Altri 315mila euro sono pronti per iniziative concordate con le associazioni di categoriaPrimo fra i bandi dovrebbe essere quello dedicato alle associazioni culturali della città, per 40mila euro. Con particolare orgoglio perché inedito, è stato presentato il nuovo bando che inserisce gli studenti universitari fra i destinatari dei nuovi contributi: saranno 100mila euro i fondi a disposizione, per aiutare le famiglie a pagare le tasse d'iscrizione, considerato che molti studenti per autofinanziarsi facevano lavoretti occasionali spazzati via dalle chiusure dell'ultimo anno. «Perché nessuno deve restare in dietro causa l'emergenza», ha detto il sindaco Alberto Bellelli presentando i nuovi provvedimentiNel 2020, per misure a contrasto della crisi economica causata dall'emergenza sanitaria, il Comune di Carpi ha erogato, fra risorse proprie e trasferimenti statali, 1,8 milioni.IL MERCATOSempre in tema di pandemia, viste le restrizioni in vigore, l'amministrazione ha sospeso il mercato settimanale in piazza dei Martiri del giovedì e del sabato, fino a revoca: come da decreto, possono operare solo i banchi di generi alimentari, che saranno allestiti in via Ugo da Carpi. Non subirà modifiche invece il "mercato contadino", che si terrà sabato nella sede all'ex-foro boario. --© RIPRODUZIONE RISERVATA