scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
10/03/2021

«Covid, subito i bandi per accedere agli aiuti»

Il Giornale di Vicenza

L'APPELLO. Una lettera dei commercianti di Gallio, Roana, Rotzo e Foza
«Rischiamo di perdere fondi per 350 mila euro»
«Emanare quanto prima i bandi per accedere ai fondi riservati ai piccoli Comuni per non perdere gli aiuti statali». È quanto sollecitano le delegazioni Confcommercio di Gallio, Roana, Rotzo e Foza, presiedute rispettivamente da Elena Rigoni, Michela Azzolini, Roberto Dal Prà e Gianni Munari, alle rispettive amministrazioni comunali attraverso una lettera. Al centro della questione ci sono le risorse che potrebbero essere messe a disposizione delle aziende del territorio attraverso specifici bandi comunali a favore di piccole e micro-imprese che hanno subito i contraccolpi del Covid-19. Risorse che finora non sono state assegnate, così come non sono stati aperti bandi specifici. Nello specifico, i fondi sono quelli previsti dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 24 settembre 2020 e portano nelle casse dei comuni sotto i 5 mila abitanti contributi al tessuto economico. Tra Gallio, Roana, Rotzo e Foza significa complessivamente, per il 2020, quasi 150 mila euro. La stessa Ascom mandamentale è disponibile ad aiutare a stilare i bandi per velocizzare l'iter di assegnazione. C'è però il rischio, come sottolineano i presidenti delle delegazioni Confcommercio, «che queste risorse possano essere revocate, integralmente o parzialmente, nel caso di mancato o limitato utilizzo entro le tempistiche definite». Da qui, dunque, la richiesta di «valutare l'opportunità di definire un bando finalizzato all'erogazione dei sostegni economici», considerato anche che «l'attuale situazione economica e il perdurare dello stato di emergenza mettono a dura prova la sopravvivenza di numerose imprese, con il concreto rischio che molte di loro, terminata l'emergenza, non abbiano la forza e le risorse per riprendersi e proseguire l'attività, qualora non siano definite urgenti misure a loro sostegno. Non perdiamo risorse a favore delle imprese in questo momento così difficile - concludono i presidenti -. Sono cifre preziose per le aziende dell'area, cui seguiranno altre risorse per il biennio 2021-2022: i quattro Comuni avranno a disposizione altri 200 mila euro circa. Urge quindi attivarsi fin da subito per l'utilizzo dei fondi». © RIPRODUZIONE RISERVATA